La Covisoc non iscrive l’Avellino al campionato. Taccone: “Fideiussione in regola”

La Covisoc sembrerebbe aver bocciato l’Avellino escludendola, momentaneamente, dal campionato di Serie B assieme a Bari e Cesena. Fumata nera, dunque, al momento della visualizzazione della documentazione necessaria all’iscrizione al campionato.

Secondo indiscrezioni le motivazioni della bocciatura sono da attribuire a problemi legati alla fideiussione bancaria. E’ già partita la corsa contro il tempo per presentare il ricorso. L’Avellino ha tempo fino alle ore 19 di lunedì 16 luglio. A rischio l’iscrizione al campionato. 

Intervistato in occasione della presentazione delle nuove divise, il presidente Walter Taccone si è detto tranquillo, mostrando ottimismo: “La nostra fideiussione proviene da una società che ha un indice di solvibilità tre volte superiore allo standard richiesto dalla norma. L’abbiamo pagata tanto, più del dovuto”. Dichiarazioni che, però, non hanno addolcito gli animi visibilmente caldi al termine dell’evento che ha visto Anna Falchi in qualità di madrina. 

Notizie correlate