L’abbraccio di Montemiletto a Papa Francesco. Il sindaco: “Emozione fortissima”

Sono piene di commozione le parole del Sindaco di Montemiletto Agostino Frongillo, ricevuto ieri mattina dal Pontefice in occasione dell’udienza generale a Piazza San Pietro.

Il primo cittadino che subito dopo l’udienza settimanale di mercoledì 30 agosto e la consueta benedizione ai fedeli provenienti da tutto il mondo, ha potuto incontrare Papa Francesco accompagnato dal parroco della comunità montemilettese Don Gaetano Nardone, ha consegnato in dono a Sua Santità un’opera dell’artista irpina Giovanna Caracciolo, una statua che riproduce il Pontefice abbracciato a San Francesco. Da parte della comunità irpina anche la maglietta col numero 10 dei Lions Mons Militum, la squadra di calcio di Montemiletto.

Un faccia a faccia emozionante ai piedi dell’altare, e qualche parola scambiata col Santo Padre, dopo l’udienza. Un momento di grande emozione per tutti i presenti, quando il Sindaco si è trattenuto con il Pontefice, che ha osservato e apprezzato il dono, mentre si informava, da appassionato e tifosissimo di calcio, delle sorti e della squadra locale di calcio.

Presenti al Vaticano, insieme al primo cittadino Frongillo e Nardone, l’artista Caracciolo, una rappresentanza istituzionale di assessori e consiglieri comunali di Montemiletto, e alcuni rappresentanti delle associazioni no profit locali: Lions Mons Militum, Pro Loco, Futura, Anpas, solo per citarne alcune.

“Papa Francesco in pochi secondi ci ha mostrato la sua forza e la sua umanità, deve essere un esempio per tutti noi. Io e l’intera comunità lo ringraziamo sentitamente per averci concesso questa opportunità, per noi è un vero privilegio. E’ stata una giornata speciale”.