L’avv. Chiacchio: “Entro in campo all’ottantesimo sul 2-0 per gli avversari. Sentenza del Coni entro fine mese…”

L’avvocato Eduardo Chiacchio è al lavoro per imbastire il ricorso da presentare domani al Collegio di Garanzia del Coni. Il legale partenopeo sarà chiamato a compiere un vero e proprio miracolo, come dichiarato ai microfoni di SportChannel: “La scelta di difendere l’Avellino è stata ponderata. Secondo la logica non avrei dovuto accettare l’incarico, ma per la quarta volta di fila ho compiuto una scelta di affetto e sensibilità, non potevo rimanere lontano dal popolo irpino nel momento di maggiore bisogno“.

Un pool di professionisti guidato dall’avvocato Chiacchio e composto tra gli altri dall’avvocato Gianpaolo Calò e dall’amministratore unico della società biancoverde Roberto Di Gennaro (presente alla riunione anche il diesse Vincenzo De Vito) ha già gettato le basi per smontare la bocciatura della Figc: “Sono stato relazionato dal collega Calò, legale irpino che tiene tanto alle sorti dell’Avellino. Mi ha spiegato quelli che sono i dettagli di questa vicenda. Qualche spiraglio esiste, ma il compito è molto gravoso. La controparte dell’Avellino è la Figc, non dimentichiamolo. Poi partiamo da due sentenze sfavorevoli. E’ come se entrassi in campo all’ottantesimo minuto sul risultato di 0-2. Nei primi due ricorsi non sono stato interpellato, ora devo fare del mio meglio per recuperare il risultato. Segnare due gol in dieci minuti non sarà facile, ci proverò e nulla verrà lasciato al caso. Non è un incarico difficile, è molto di più, ma se ho accettato devo affrontarlo sfruttando ogni minimo particolare per ottenere un risultato eccezionale. Il lavoro sarà difficilissimo, abbiamo subito costituito un’unità di crisi operativa, con professionisti e commercialisti. Io sono la guida e il responsabile di questo pool di esperti.

La sentenza del Coni è attesa per fine mese, come spiegato dal legale: “Il Collegio di Garanzia del Coni è la Cassazione sportiva. Speriamo di risolvere la questione già al prossimo grado, senza pensare ai successivi. La pronuncia del Coni arriverà il giorno dell’udienza. Quando ci sarà l’udienza? Bella domanda, credo tra fine mese e inizio agosto“.

Notizie correlate