Minori nei centri scommesse e slot non a norma, operazione della Guardia di finanza

Jackpot City l anuova sala giochi in via canevari, slot

Contrasto al gioco d’azzardo, operazione della Guardia di finanza di Avellino. Due centri scommesse, un circolo ricreativo ed un bar sono stati segnalati alle diverse autorità competenti all’esito di una serie di controlli messi in campo nelle ultime settimane per contrastare il gioco minorile ed irregolare.

I gestori di due centri scommesse di Avellino sono stati segnalati per il gioco minorile poichè i finanzieri hanno trovato all’interno dei locali dei minorenni, in violazione della norma che impone il divieto di accesso presso i centri scommesse per i minori e l’obbligo di identificazione dei giocatori mediante richiesta di esibizione di un documento che ne attesti la maggiore età. La sanzione pecuniaria ammonta a 20.000 euro e prevede la chiusura dei locali da 10 a 30 giorni.

Il proprietario di un circolo ricreativo di Avellino è stato segnalato alle autorità competenti e alla Procura della Repubblica per la mancata esposizione della tabella dei giochi.

Elevate diverse sanzioni vietati prevista dall’art. 110 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (c.d. tulps); due slot machine sono state sottoposte a sequestro presso un bar di Santa Paolina perché non conformi a quanto previsto dal tulps.

Il proprietario del bar ed il gestore degli apparecchi sono stati segnalati alle autorità competenti e le sanzioni elevate ammontano ad 16.000 euro. 

Notizie correlate