Non accetta la fine della relazione, divieto di avvicinamento per marito stalker

Pedinamenti, incursioni in casa e molestie telefoniche, è questo l’incubo nel quale un uomo, accecato dalla gelosia, ha fatto precipitare la sua ex compagna. I Carabinieri del Nucleo Investigativo hanno dato esecuzione al provvedimento emesso dall’Ufficio G.I.P. del Tribunale di Avellino che ha disposto il “Divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima” per un trentenne del capoluogo irpino.

Personale specializzato del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Avellino ha ricostruito date, luoghi e modalità con cui l’uomo aveva attuato la condotta persecutoria. L’Autorità Giudiziaria ha emesso il provvedimento a carico dell’uomo che è stato ritenuto responsabile di ripetuti atti minacciosi e violenti commessi anche alla presenza della figlia della coppia.

L’uomo non accettava l’idea della fine del rapporto e per questo aveva iniziato a pedinare e minacciare la ex. E poi ingiurie. La donna era stata costretta a modificare le proprie abitudini di vita per sottrarsi alla persecuzione dell’ex compagno.

Disperata e sfiancata dal clima di paura in cui era costretta a vivere, la malcapitata alla fine ha deciso di chiedere l’aiuto dei Carabinieri che hanno avviato immediatamente le indagini.

Notizie correlate