Piazzole-discariche sulla Variante di Avellino, è allarme igienico-sanitario

Le piazzole di sosta della Variante trasformate in discariche a cielo aperto. Il problema si trascina da settimane e negli ultimi giorni la situazione sta diventando allarmante dal punto di vista igienico-sanitario. In azione furbetti e pendolari del sacchetto che dopo il giro di vite ad Avellino – stanati a centinaia a suon di multe da 600 euro grazie alle telecamere nascoste piazzate dai vigili urbani – hanno preso di mira la variante, arteria stradale di competenza dell’Anas. A terra si trova di tutto: rifiuti urbani, speciali e ingombranti. L’Anas nicchia sulkla rimozione e il sindaco di Atripalda, Geppino Spagnulo promette: “Abbiamo chiesto l’intervento dell’ente stradale. Purtroppo però i tempi si sono allungati troppo. A questo punto abbiamo deciso di porre in essere un intervento diretto da parte del comune in accordo con Irpiniambiente. Al massimo entro una settimana contiamo di procedere alla rimozione dei rifiuti”.