Sanità, il Governo silura De Luca: “Non può essere commissario e governatore”

Il governatore Vincenzo De Luca non può più essere il Commissario straordinario per la la sanità campana.

E’ il risultato dell’approvazione, in Consiglio dei Ministri, del decreto-legge che introduce disposizioni per la deburocratizzazione, la tutela della salute, le politiche attive del lavoro e altre esigenze indifferibili.

In materia di salute e di commissariamento delle Regioni in piano di rientro dal disavanzo del settore sanitario il provvedimento prevede l’incompatibilità della figura del commissario con qualsiasi altro incarico istituzionale presso la Regione. In pratica De Luca non potrà più essere commissario della sanità.

Il testo appena partorito prevede un termine di 90 giorni per nominare il nuovo commissario, una volta che il governo avrà rilevato l’incompatibilità. Rispetto alla legge in vigore, si mantiene solo la verifica semestrale sull’operato della struttura commissariale

Notizie correlate