Solofra, proteste al “Landolfi” per la dialisi: non garantita la presenta degli infermieri

Quanti disagi per i pazienti che si devono sottoporre alla dialisi all’ospedale Landolfi di Solofra. Il problema è rappresentato dalla carenza di personale infermieristico. Mediamente per dieci giorni al mese, nelle ore notturne, non è possibile assicurare la reperibilità del personale infermieristico. Una situazione che investe i giorni 13, 16, 19, 20, 21, 26, 27, 28, 29, 30. Un fatto che toglie il sonno ai pazienti dializzati. In caso di emergenza, sempre possibile per i dializzati, c’è il medico ma non l’infermiere. Un fatto non da poco visto che il reparto dialisi dell’ospedale Landolfi di Solofra è una eccellenza proprio grazie alle alte competenze professionali ed umane che il personale medico ed infermieristico ha sempre dimostrato.

Un problema antico quello della carenza di personale al Landolfi, a più riprese denunciato dalle organizzazioni sindacali del comparto sanità, e che si registra quasi in tutte le unità operative.  A questo va aggiunto anche che i quattro posti letto che erano a disposizione dei dializzati nel reparto di medicina sono stati soppressi. Da qui dunque l’appello dei pazienti alla dirigenza dell’Asl Avellino affinchè vengano attivate tutte le misure per tutelare e potenziare una struttura come quella del Landolfi, punto di riferimento per centinaia e centinaia di dializzati provenienti da tutta la valle dell’Irno.