Squalificati Morero, Pizzella e Tribuzzi, il Calcio Avellino vuole utilizzarli: ecco perché

Avellino-Latte Dolce Sassari Morero (Avellino) in azione (foto Lps)

E’ arrivata la stangata per Alessio Tribuzzi e Antonio Pizzella. L’esterno di centrocampo è stato squalificato per tre giornate, “per avere, a gioco fermo, avvicinato un calciatore avversario e tentato di colpirlo con una testata”. Tribuzzi aveva rimediato il rosso diretto lasciando il Calcio Avellino in inferiorità numerica contro la Sassari Torres.

E’ andata decisamente peggio ad Antonio Pizzella, fermato fino al prossimo 31 gennaio “per avere, a gioco fermo, spintonato con violenza un raccattapalle per prendergli il pallone dalle mani, facendolo cadere a terra. Tale condotta determinava un trauma all’altezza dello sterno del ragazzo, tanto da rendere necessario il trasporto presso il locale pronto soccorso per gli accertamenti del caso. Sanzione così determinata in ragione della pausa per le festività Natalizie, nonché delle conseguenze fisiche provocate e del gesto posto in essere ai danni di un minore, in palese spregio dei principi di non violenza, probità e correttezza di cui all’art.1 del CGS e agli artt.2 e 5 del Codice di Comportamento Sportivo del CONI”.

Proprio in virtù dell’episodio, sul portiere classe 2001 grava una indagine della Digos di Sassari, che potrebbe tramutarsi in un Daspo da uno a quattro anni. 

Il Giudice Sportivo ha inoltre appiedato per un turno Santiago Morero, per sopraggiunto limite di ammonizioni.

Ma c’è un giallo relativo alla disponibilità dei tre calciatori.

Per la società irpina potranno regolarmente scendere sul rettangolo di gioco e affrontare il Budoni per la sfida odierna, poiché la comunicazione delle tre sanzioni è arrivata soltanto in mattinata e non entro la giornata di ieri. 

Il Calcio Avellino si è infatti attivato per presentare ricorso presso gli organi competenti. 

Il rischio, però, è alto e porterebbe al 3-0 a tavolino se gli stessi organi competenti dovessero dare torto al sodalizio biancoverde, nel caso in cui almeno uno degli squalificati dovesse essere presente nella distinta di gara.