“Sua figlia è in carcere, ottomila euro per liberarla”, finto avvocato truffa anziana

Anziana truffata da un finto avvocato. Accade a Quindici. Il truffatore ha contattato telefonicamente la donna avanzando la richiesta di richiesta di 8.000 euro. A suo modo di dire una cauzione euro per scarcerare la figlia che era stata arrestata perchè responsabile di aver provocato un incidente stradale. La vittima, preoccupata per la figlia, ha prelevato il contante e l’ha consegnata al finto avvocato che dopo aver messo le mani sul “malloppo” si è dato alla fuga.

Quando l’anziana si è resa conto del raggiro ormai era troppo tardi. Non le è restato altro da fare che denunciare l’accaduto ai carabinieri. Sono in corso indagini da parte finalizzate all’identificazione del truffatore.

 

Notizie correlate