Il Giro d’Italia domani a L’Aquila per non dimenticare…

Il Giro d’Italia domani a L’Aquila per non dimenticare…

Sarà una tappa fortemente emotiva e dai risvolti sociali quella che domani, porterà il Giro d’Italia nel cuore dell’Abruzzo e accanto alla popolazione colpita dal violento terremoto del 5 e 6 aprile 2009. “Incoraggiati dall’invito del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano lo scorso maggio a Roma, all’arrivo finale del Giro, abbiamo tenuto fede alla promessa di portare una giornata di festa e di calore alla popolazione abruzzese così duramente colpita dal sisma” ha dichiarato il Direttore Ciclismo RCS Sport Angelo Zomegnan. “Ringraziamo l’organizzazione che ha mantenuto la promessa di “non dimenticare” la città dell’Aquila, e il presidente della Repubblica che di quella promessa fu artefice e promotore – ha affermato il sindaco dell’Aquila Massimo Cialente.
L’arrivo di tappa è sempre un momento di gioia per una città e il pensiero corre a tutte le volte in cui il Giro ha toccato L’Aquila, soprattutto l’ultima. Certo, quella fu un’occasione per mostrarne la bellezza e le attrattive. Questa volta il percorso del Giro, a un anno dal sisma che ha distrutto la nostra città e spezzato le nostre esistenze, toccherà i luoghi del dolore e aprirà una finestra sulle nostre ferite, ancora vive dopo tanti mesi. Anche l’arrivo in città avverrà proprio attraverso i borghi più devastati, come Onna, e i quartieri che hanno subito le perdite più gravi, in termini di crolli e di vite umane. La nostra gratitudine alla sensibilità degli organizzatori sarà dunque doppia: per il regalo che hanno voluto fare al capoluogo d’Abruzzo e per aver consentito di riaccendere i riflettori su una tragedia che non va dimenticata, perché questa città ha ancora un enorme bisogno della solidarietà dell’intero Paese”.
Già lo scorso anno il Giro del Centenario, per dare un sostegno alla comunità aquilana, abolì la cena di gala prevista alla vigilia della partenza da Venezia per devolvere un contributo di centomila euro alla ricostruzione di case ed infrastrutture e dedicò il giorno di riposo della Corsa Rosa ai bambini e ai ragazzi ospiti del campo di Centi Colella, raggiunti anche dalla Carovana, per un momento di musica ed allegria che fosse in grado di regalare loro anche se solo per un giorno, tutta la gioia che meritano.
Quest’anno l’impegno continua e si rafforza non solo raccogliendo attorno alla città e agli Aquilani tutta la vivacità e la festa del Giro ma anche attraverso il sostegno dato al progetto Forza L’Aquila che si prefigge l’intento di realizzare la Città dello Sport in Piazza d’Armi dove si trovava la più grande tendopoli degli sfollati dal sisma. Il simbolo di questo progetto campeggia dall’inizio del 2010 sulle maglie da gara del Team Acqua e Sapone, l’unica squadra professionistica abruzzese.
Già confermata, all’arrivo in Viale Crispi nel cuore della città, la presenza del pilota di F1 Jarno Trulli, di Maurizio Zaffiri e Dario Pallotta del Team Ferla Rugby L’Aquila, insieme al Prefetto Francesco Paolo Tronca, Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile.
Domani, quando il Giro inizierà la risalita dell’Italia con la tappa Lucera – L’Aquila, i migliori ciclisti del mondo correranno per la conquista delle Maglie ma anche per stringere nuovamente tutta l’Italia e non solo attorno agli Aquilani.

Notizie correlate