Nibali terzo giorno in rosa: non sono in testa per caso

Nibali terzo giorno in rosa: non sono in testa per caso

“Il Giro d’Italia è la corsa più bella, romantica, emozionante: pura passione…”, un commosso Mattew Lloyd ha aperto la conferenza stampa con un filo di voce rotta dall’emozione. “Negli ultimi due chilometri non ho più visto niente – ha spiegato l’australiano – i volti delle persone, i colori delle tribune… era tutto uguale e la mia mente era volata via lontano”. “Ho visto il mio compagno di fuga (Rubens Bertogliati) faticare molto e per me, lo dico con rispetto, non è stato difficile staccarlo e arrivare da solo”, ha concluso Lloyd.
Nel suo terzo giorno in Maglia Rosa, Vincenzo Nibali, si è dimostrato sempre più fiducioso in merito al suo stato di forma: “Io penso che tutte le cose della vita non arrivino mai per caso – ha spiegato il siciliano – per questo acquisisco sempre più fiducia in me stesso ogni giorno che passa”. “Domani è una tappa molto difficile da interpretare, di sicuro noi della Liquigas non attaccheremo, poi se qualcuno lo farà, sono certo che sapremo rispondergli a dovere – ha continuato Nibali-. Anche se credo che il vero test sarà nella tappa di dopodomani, con l’arrivo in salita al Terminillo che è una salita che si adatta molto bene alle mie caratteristiche”.

Notizie correlate