Terza Categoria, sconfitta a tavolino per il Summonte

Terza Categoria, sconfitta a tavolino per il Summonte

Il giudice sportivo del Comitato Provinciale FIGC ha inflitto la sconfitta a tavolino al Summonte in merito alla gara contro il San Nicola Cesinali dello scorso 8 maggio. “Il G.S.T. letto il referto arbitrale, rileva che al 42° del 2° tempo, in seguito alla concessione di un calcio di rigore in favore della squadra ospite, tutti gli occupanti la panchina della soc. Summonte si riversavano in campo ed insieme ad altri calciatori circondavano il d.d.g.. Mentre questi si portava verso il centrocampo, veniva colpito dal sig. Romano Antonio con un calcio al fianco procurandogli lieve dolore e successivamente, da altro calciatore non identificato, con un calcio da tergo che lo colpiva alla gamba d’appoggio procurandogli forte dolore e facendogli perdere l’equilibrio e cadere a terra. A questo punto, l’arbitro, ritenuto di non essere più in condizioni di poter proseguire la gara, vista anche l’assenza della F.P., ne decretava la sospensione anticipata. P.Q.M., in applicazione dell’art.17 C.G.S.
DELIBERA
di infliggere alla soc. Summonte la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0-3 e la penalizzazione di UN PUNTO in classifica per recidività in art. 17. Per i provvedimenti disciplinari si rinvia alla camicia di gara”.

Notizie correlate