Scandone – Vitucci: “Siamo soddisfatti, ma abbiamo ancora fame”

BASKET AVELLINO – Prima partita del girone di ritorno per la Sidigas Scandone Avellino che domenica affronterà sul parquet del PalaDelMauro la Fabi Shoes Montegranaro. Dopo la vittoria di domenica scorsa contro Venezia, e la conseguente qualificazione alla Final Eight di Torino, è vietato abbassare la guardia per Green e compagni vista la classifica corta e un campionato che continua a regalare risultati a sorpresa.
Coach Vitucci, nella consueta conferenza di presentazione della partita, evidenza questi aspetti: “Cominciamo questo girone di ritorno dopo un’andata positiva sia dal punto di vista dei risultati che del gioco. Abbiamo superato qualche sofferenza fisica e adesso dobbiamo resettare tutto iniziando dalla partita di domenica contro Montregranaro, una squadra costruita con mire ambiziose, fatta di giocatori esperti, scaltri, di talento. Chiederò ai miei la massima concentrazione in tutte le situazioni, soprattutto difensive, perché giochiamo in casa, perché all’andata abbiamo perso. Inoltre, dobbiamo vincere anche in vista delle due trasferte che ci aspettano. Vedremo se Spinelli potrà darci una mano ad allungare le rotazioni. In generale, comunque, dobbiamo guardare avanti con moderato ottimismo, ma anche con grande attenzione”.
“Green ha sempre sofferto Zoroski. Da questo punto di vista l’apporto di Spinelli può essere importante?”
“L’apporto di Valerio è comunque importante per allungare le rotazioni e far riposare Green che ultimamente è stato sovraccaricato. Zoroski all’andata giocò un’ottima partita, ma difendemmo male come squadra e domenica, come squadra, dovremmo essere più attenti”.
“L’accesso alle Final Eight quanto può dare di più dal punto di vista morale?”
“Ci fa capire che abbiamo lavorato nel modo giusto. Era un traguardo che volevamo fortemente per avere una gratificazione sportiva che, non ci appaga ma ci rende consapevoli che abbiamo fatto un buon lavoro in un campionato aperto e molto insidioso. Ci da sicuramente una spinta in più, ma il campionato resta lo specchio di riferimento”.
“Anche le statistiche danno ragione alla Scandone. E probabilmente avremmo potuto avere qualcosa in più dei 18 punti attuali”.
“Qualcosa in credito per quanto concerne la classifica la abbiamo, ma i numeri, in assoluto, non è che dicano sempre la verità. Qualche volta mi da fastidio quando viene sottostimata la consistenza che questa squadra mette sempre in campo. Ci sono dei giocatori che in questo sistema valorizzano se stessi, insieme alla squadra ed è questo quello che conta. Dobbiamo comunque essere soddisfatti di quello che stiamo facendo, senza dimenticare qualche limite strutturale che abbiamo e che dovremmo continuare a limare fino alla fine del campionato”.
Domenica, oltre alla vittoria sarà importante ribaltare la differenza canestri”.
“Il primo obiettivo è vincere. Poi, ovviamente, in tutte le partite bisogna tenere conto della differenza canestri”.

Notizie correlate