Cantù, il presidente Corrado: come una finale

Cantù, il presidente Corrado: come una finale

Abbiamo intervistato il presidente della Pallacanestro Cantù, Alessandro Corrado, alla vigilia della gara cinque dei quarti di finale playoff tra NGC Medical Cantù e Canadian Solar Bologna. Alessandro, cosa ti aspetti dalla partita di domani? “Chiariamo subito. Una vittoria in gara 5 per Cantù significherebbe conquistare uno scudetto, anzi una Coppa dei Campioni perché il nostro tricolore l’abbiamo già ottenuto raggiungendo i playoff. Per questo devo ammettere che la gara di domani è come una finale”. Cosa ti attendi dalla tua squadra? “Onestamente poche volte sono stato orgoglioso di una formazione come quella di quest’anno. Il lavoro del coach e dei ragazzi è stato magnifico e mi ha dato soddisfazioni impagabili. Sono sicuro che domani la squadra lotterà fino in fondo buttando in campo ogni stilla di energia rimasta”. In questi giorni si è parlato molto del pubblico. Vuoi fare un appello ai tifosi? “Sono certo che domani il Pianella sarà pieno e caldissimo. Chiedo ai nostri sostenitori, che hanno sempre dimostrato un attaccamento alla maglia incredibile, di far sentire il loro affetto alla squadra ovviamente senza trascendere e nel rispetto di tutti”. Un commento alle dichiarazioni di Sabatini? “Vedo che il patron della Virtus è molto sicuro della vittoria della sua formazione. Vorrà dire che mi toccherà consolarlo domani sera quando la NGC sarà in semifinale”.

Notizie correlate