La Scandone asfalta Trento: 80-59. Grande prova nel silenzio

Nel silenzio del Del Mauro la Sidigas ha giocato gara due dei play-off. I biancoverdi hanno affrontato le aquile in un clima surreale. Dopo il ko patito nella prima gara, la squadra guidata da Pino Sacripanti prova a pareggiare contro la Dolomiti Energia Trentino con l’intento di ribaltare la serie al BLM Group Arena nelle Gare 3 e 4.

Nel primo quarto: Silins, Sutton e Houge provano a premere sull’acceleratore, ma la Scandone si affida ad un indemoniato Fesenko che realizza ben 10 punti di fila. Rich e Renfroe fanno il resto permettendo alla formazione di casa di chiudere sul 24 a 15.

Il secondo quarto si apre con Auda che prova subito a dare un segnale, ma gli ospiti reagiscono e realizzano sette punti. Fesenko e Filloy prendono per mano la squadra e vanno sul 44 a 33.

Terzo parziale, Filloy e Rich permettono ad Avellino di trovare il massimo vantaggio: +13, 48-35. Sidigas  piazza la tripla del 51-38 con Leunen.  Rich e Renfroe chiudono il periodo: si va all’ultimo riposo sul 60-43.

Ultimo parziale: Sacripanti rimanda in campo Fesenko che porta la squadra sul più sedici. Per la Scandone è tutto facile: Fesenko e Leunen prendono per mano la squadra. Filloy e Zerini completano l’opera: 80 a 59 il finale.

 

Notizie correlate