Savic: “E’ nostro dovere tutelarci”

Savic: “E’ nostro dovere tutelarci”
Queste le dichiarazioni del legale della Fortitudo Florenzo Storelli: ”Il ricorso di primo grado è stato respinto dalla Commissione Giudicante Nazionale, ritenendo che non sia stata provata l’inefficenza della strumentazione. Noi abbiamo la certezza, che le immagini televisive di Sky danno matemati…

Savic: “E’ nostro dovere tutelarci”

Queste le dichiarazioni del legale della Fortitudo Florenzo Storelli: ”Il ricorso di primo grado è stato respinto dalla Commissione Giudicante Nazionale, ritenendo che non sia stata provata l’inefficenza della strumentazione. Noi abbiamo la certezza, che le immagini televisive di Sky danno matematicamente, dell’inefficenza di tale strumentazione, provata peraltro in due azioni di particolarmente importanza, dove si sarebbe dovuto giocare un secondo in più per ciascuna, e dove i successivi canestri realizzati dalla Fortitudo non sono stati convalidati. Ma non è un errore arbitrale e nessuno contesta questo, bensì l’inefficacia della strumentazione: gli arbitri hanno fischiato ma il tempo è andato avanti di un secondo in entrambi i casi. In realtà, se si fosse bloccato regolarmente, la Fortitudo si sarebbe vista convalidare quei due canestri e avrebbe vinto. Dunque, si è giocata una partita non per la durata regolamentare dei 40 minuti. Aspettiamo per stasera le motivazioni della sentenza, per impugnarla ed avremmo tempo fino a giovedì a mezzanotte per poi discutere davanti alla Corte Federale venerdì. Onestamente, non è intenzione della Fortitudo creare problemi al sistema e ai playoff e di questo va dato merito e onore a questa Società, che in una situazione così delicata avrebbe tutto il diritto e il dovere di prendersi tutti i tempi necessari, rinuncia a 24 ore di tempo dando così la disponibilità di discutere l’appello giovedì. L’auspicio da fare a questo punto è che i tre arbitri Cerebuch, Lo Guzzo e Begnis, guardino le immagini della partita di Sky e si rendano realmente conto, perché è evidentissimo, di come in realtà il cronometro prosegua dopo i loro fischi nelle situazioni in oggetto. E che possano chiamare la Corte Federale o rendere una dichiarazione in questo senso. Non è un errore loro, ma sicuramente della strumentazione. Con tale loro dichiarazione, possono effettivamente rendere giustizia in una vicenda che lo grida, perché qui parliamo della retrocessione di una Società assolutamente immeritata”. Ed ecco il gm Zoran Savic: ”Faremo ricorso, come è nostro dovere. Abbiamo visto da tutti i filmati che il cronometro continua a scorrere per un secondo dopo il fischio dell’arbitro nelle situazioni che abbiamo evidenziato nel nostro reclamo e che si sono rivelate assolutamente decisive. Inoltre, da una fotografia del fotografo ufficiale della Lega Basket si vede come sul tiro di Malaventura lo stop lamp del tabellone e il cronometro generale non siano sincronizzati, segno che non funzionavano regolarmente. In mancanza di tali problemi tecnici, quei nostri due canestri sarebbero stati considerati giustamente validi ed anche uno solo di essi sarebbe bastato per darci la vittoria. Tutto questo materiale si può vedere, è a disposizione, ci auguriamo che anche gli arbitri ne prendano visione e si comportino in tal senso davanti alla Corte Federale. La situazione è la stessa che ha portato alla decisione di far ripetere la nostra partita con Montegranaro: la partita non è durata 40 minuti ma alcuni secondi in meno, come mostrano le immagini”. Dal Sito ufficiale Fortitudo www.fortitudo.it

Notizie correlate