Lettera aperta di Cesare Pancotto alla città

Lettera aperta di Cesare Pancotto alla città

“Mi spiace che sia andata, ma verso Avellino e la Scandone riservo solo pensieri positivi. Volevo salutare e ringraziare la squadra e la città. E’ stato e resterà un anno indimenticabile e ricco di soddisfazioni, dove sono stati centrati tutti gli obiettivi prefissati ad inizio stagione. Sono molto orgoglioso di essere stato parte e di aver contribuito a tutto questo. Tra i ricordi più belli che mi rimangono, vorrei citare: Il presidente che si complimenta con lo staff e la squadra per i risultati raggiunti; La lettera degli Original Fans dove si ringrazia per i risultati ottenuti e per l’impegno; Gli applausi tributati alla squadra a ogni fine allenamento; Il miglior piazzamento della Scandone dopo l’anno magico della conquista della Coppa Italia; Gli attestati di stima ricevuti in tutta la città; La pagina di un noto Social Network creata per i fan di Cesare Pancotto; Il fatto che tanti altri allenatori e squadre avrebbero voluto fare le nostre vittorie e il nostro campionato. Volevo, poi, fare una dedica particolare al presidente Vincenzo Ercolino: finchè ci sarà lui la società supererà sempre le difficoltà e andrà avanti. Un saluto e un ringraziamento, poi, alla signora Gina. Mi avete fatto star bene e mi avete contagiato del vostro orgoglio e questo è un valore assoluto che ricambio con un augurio alla Scandone e ad Avellino perché possa avere le migliori fortune”.
Cesare Pancotto

Notizie correlate