Stasera Pepsi-Aj, ultimi dubbi per Sacripanti

Stasera Pepsi-Aj, ultimi dubbi per Sacripanti

E’ il rebus che alimenterà la vigilia della sfida di questa sera. A risolverlo ci dovrà pensare coach Pino Sacripanti. Chi gettare nella mischia del PalaMaggiò? Antanas Kavaliauskas o Claude Marquis. Una domanda che fin dalla fine di gara4 (anzi, da qualche minuto prima) ha cominciato a ‘frullare’ nella mente dell’allenatore bianconero.
PERCHE’ KAVA – Da un lato Kavaliauskas ha sempre avuto la preferenza del coach in questi play-off. Una preferenza assolutamente meritata, considerando le prove offerte da Marquis e soprattutto valutando la grande determinazione del lituano, ‘rallentato’ solo da una condizione fisica tutt’altro che delle migliori. Allo stesso modo però Antanas ha avuto la possibilità di riposare più di tutti i suoi compagni. Il suo ultimo impegno ufficiale infatti risale alla gara2, quella vinta al PalaMaggiò contro Milano e giocatasi venerdì sera. In pratica oggi sarà quasi una settimana di riposo. Sei giorni in cui il pivottone venuto dall’Est Europa ha avuto modo di riposarsi ma, allo stesso tempo, di migliorare la propria condizione fisica grazie al lavoro svolto insieme al preparatore atletico Domenico Papa. Una scelta effettuata ancne in occasione della serie con Roma quando Sacripanti, dopo le due gare del PalaMaggiò, decise in gara3 di concedergli un po’ di riposo. E’ questa la carta in più di Kavaliauskas.
PERCHE’ MARQUIS. Dal canto suo però Marquis ha le belle prestazioni sfornate proprio nella serie con Milano, entrambe al Forum di Assago. Nella prima il francese ha messo a referto 6 punti (3/3 al tiro) con 3 rimbalzi e 9 di valutazione. In gara4 poi le cose sono andate ancora meglio con 13 punti segnati (5/7 da due e 3/4 ai liberi) a cui ha aggiunto 5 rimbalzi (4 offensivi) e un ottimo 17 di valutazione. Quello che è cambiato è stato soprattutto l’approccio alla gara del pivot ex Cholet che ha sottolineato un gran lavoro psicologico fatto dallo staff bianconero su un giocatore che è troppo spesso apparso un corpo estraneo alla squadra. Ed invece proprio nelle due gare di Assago ha messo in mostra tutta la sua utilità alla causa juventina.
SACRIPANTI – Saranno questi i temi che dibatterà Sacripanti insieme al suo staff in vista della gara di questa sera. Un match dove non sono permessi errori, soprattutto in fase di prepartita. Da un lato la freschezza di Kavaliauskas (ma anche la maggiore affidabilità dimostrata finora) e dall’altro la fisicità di un Marquis rigenerato e forse unico giocatore capace di contendere i rimbalzi alle ‘torri’ dell’Armarli Jeans. Al momento pare un pelino avanti il lituano nelle gerarchie di preferenza, anche se ogni dubbio verrà sciolto solo stamane, a poche ore dalla palla a due di una partita che vale la finale scudetto, un posto nei gruppi di Eurolega e, cosa ancora più importante, il ritorno di Caserta in una finale scudetto dal 1991.

Notizie correlate