Tutte le curiosità della finale scudetto

Tutte le curiosità della finale scudetto
Siena è campione d’Italia lo è diventata grazie alla supremazia che l’ha contraddistinta questa stagione. Ecco le dieci curiosità dopo gara 4 di finale che ha assegnato lo scudetto 1) Terrell Mc Intyre ha festeggiato le 150 presenze in Serie A con il terzo scudetto e il secondo titolo consecu…

Tutte le curiosità della finale scudetto

Siena è campione d’Italia lo è diventata grazie alla supremazia che l’ha contraddistinta questa stagione. Ecco le dieci curiosità dopo gara 4 di finale che ha assegnato lo scudetto 1) Terrell Mc Intyre ha festeggiato le 150 presenze in Serie A con il terzo scudetto e il secondo titolo consecutivo di MVP della finale. Queste le sue cifre più significative delle 4 stagioni (1 a Reggio Emilia, 3 a Siena): 2104 punti realizzati (media 14.1) – 359/910 da 3 punti (39,5%) – 413/481 nei tiri liberi (85.9%) – 717 assist (media 4,8). Relativamente ai play off di questa stagione, spiccano il 33/34 dalla lunetta (97,1%) e i 50 assist in 10 gare (media 5,0). 2) Un altro giocatore Montepaschi ha raggiunto un traguardo importante: Ksistof Lavrinovic ha superato i 1000 punti in Serie A e ovviamente con Siena, arrivando a quota 1007 in 77 gare (media 13,1). 3) Rimantas Kaukenas è invece il top scorer senese delle finali scudetto: 172 i punti segnati in 12 gare, precede Mc Intyre che è a quota 170. 4) Terzo scudetto per Simone Pianigiani, che, nella classifica dei titoli vinti con la formula play off, è secondo solo a Dan Peterson e Ettore Messina, entrambi a quota 4. Ha invece raggiunto Peterson, finora l’unico coach che aveva vinto tre scudetti consecutivi nell’era play off. 5) La Montepaschi chiude la stagione italiana con 43 vittorie in 44 gare (97,7%): 39/40 in campionato (97,5%), 3/3 in Coppa Italia, 1/1 in Supercoppa, realizzando lo slam nazionale che mancava dalla stagione 2002/03, quando fu la Benetton di Ettore Messina a compiere l’impresa. 6) Il bilancio senese nelle singole gare di finale scudetto è ora di 14 su 15 (93,3%). Solo Varese 8/12 e V.Bologna 23/37 hanno % superiore al 50%. 7) Siena ha chiuso le 10 gare di play off con +23,1 di scarto medio (878 i punti realizzati, 657 quelli subiti), realizzando anche il nuovo record di scarto per una singola gara di finale scudetto col +35 di Gara3 che ha superato di un punto il primato precedente, che apparteneva alla Virtus Bologna (117-83 alla Benetton in Gara3 della finale 1992/93). Nella gara decisiva di ieri Siena ha stabilito anche il record per il minor numero di punti subiti, 47, dopo avere eguagliato il precedente a quota 57 in Gara1 (57 furono i punti subiti dalla Virtus Bologna contro la Fortitudo in Gara4 1997/98). 8) I 23 punti di scarto nel primo quarto di Gara4 sono record play off, il precedente era un doppio 22 totalizzato sempre in semifinale (S1 2001/02 Skipper Bologna-Oregon Cantù 29-7 e S3 2005/06 Climamio Bologna-Carpisa Napoli 34-12). Il record assoluto per un singolo quarto play off rimane il +27 ottenuto dalla Benetton Treviso (Q3 2001/02 Benetton Treviso-Coop Nordest Trieste 30-3) 9) Il +30 di metà gara è il secondo maggior scarto dei play off: il record appartiene alla Scavolini Pesaro, che chiuse i primi 20 minuti con Fabriano sul +41 (O1 2001/02 Fabriano-Scavolini Pesaro 21-62) 10) David Hawkins è il giocatore che ha realizzato più punti nel corso della stagione: 882 in 58 gare (media 15,2), contro gli 877 in 61 gare di Terrell Mc Intyre (media 14,4)

Notizie correlate