Avellino, anche D’Angelo si accasa alla Casertana: “Ho aspettato finché potevo…”

Anche Angelo D’Angelo ha preso la via di Caserta, riflettendo poche ore sulle poche possibilità di ripartire con l’Avellino dalla Serie D. Il centrocampista cilentano ha raggiunto Luigi Castaldo nella città della Reggia, firmando un contratto dalla durata di tre anni. 

La coppia che ha fatto esultare e piangere i tifosi biancoverdi si è ricongiunta a pochi chilometri di distanza dal capoluogo irpino. D’Angelo era arrivato ad Avellino nel dicembre del 2009, quando l’allora società di Taccone militava in Serie D. Ci è rimasto nove anni, fino allo svincolo d’ufficio della Figc, in seguito alla mancata iscrizione al campionato di Serie B.

“Ho aspettato fino a che potevo – ha scritto sul suo profilo Facebook –. Avrei seguito i lupi anche in Serie D, perché la maglia biancoverde l’ho tatuata addosso come una seconda pelle. Non sarò con voi, ma sono sicuro che il lupo si rialzerà presto!!! Una parte del mio cuore rimarrà sempre in quella Curva del Partenio, tra la mia gente. Da oggi inizia una nuova avventura con la grinta e l’entusiasmo che mi hanno sempre contraddistinto, in una piazza che merita di ritagliarsi il suo posto tra i grandi e che crede fortemente in me. Ho scelto la Casertana!!! Forza lupi – Forza Falchetti”. 

Intanto sui social, Castaldo ha ricevuto critiche e attacchi da una frangia di tifosi biancoverdi, dopo il trasferimento alla Casertana. L’attaccante ha riferito di non aver ricevuto notizie dalla società di De Cesare e di non aver rifiutato la Serie D, poiché mai contattato. 

Notizie correlate