L’Avellino stende il Pisa con un gol di Zigoni

AVELLINO (4-3-3): Fumagalli; Zappacosta, Puleo, Cardinale, Pezzella; D’Angelo, Massimo, Arcuri; Herrera, Zigoni (40′ st Ricci), De Angelis (27 st’ Thiam). A disp.: Fortunato, Zammuto, Labriola, Falzerano, Lasagna All.: Bucaro.
PISA (4-4-2): Pugliesi; Audel (10′ st Perez), Raimondi, Buscaroli, Bizzotto; Tremolada (33′ st Strizzolo), Obodo, Berardocco, Favasuli (22′ pt Benvenga); Perna, Tulli. A disp.: Sepe, Ton, Sodano, Ilari, All.: D. Pagliari.
ARBITRO: Marini di Roma1.
Guardalinee: Delle Foglie e Ricci.
MARCATORE: 40′ pt Zigoni
AMMONITI: Pezzella (A), Berardocco (P), Puleo (A), Audel (P), D’Angelo (A), Benvenga (P), Perna(P)
ESPULSI: 21′ st Pagliari per proteste
ANGOLI: 5-4 Pisa
RECUPERO: 1′ pt e 3′ st

AVELLINO – Primo appuntamento del 2012 per l’Avellino al Partenio –Lombardi. In Irpinia arriva il Pisa altra nobile decaduta del girone. Prima dell’avvio del match depositato un mazzo di fiori per Pasquale Gurriero tifoso scomparso in settimana. Mister Bucaro deve rinunciare a Millesi infortunato e Malaccari squalificato, mentre il Pisa arriva a questa gara privo del bomber Carparelli. 4-3-3 per i lupi con Massimo all’esordio in mezzo al campo . Torna dal primo minuto anche Herrera che compone il tridente d’attacco con De Angelis e Zigoni. D’Angelo che riveste i galloni di capitano e Arcuri completano la mediana. In difesa sull’out destro rientra Zappacosta, al centro il duo Puleo-Cardinale, a sinistra Pezzella. Fumagalli in porta.
CRONACA – 17’ ci prova Obodo dalla distanza, ma la sua conclusione su sponda di Tulli finisce alta. 20’ l’Avellino prova a rendersi pericoloso. Zigoni recupera palla a centrocampo, l’Avellino riparte in contropiede con De Angelis che si invola verso la porta si accentra e serve dal limite Herrera che al volo ben appostato manda sul fondo. Dopo pochi minuti i toscani sostituiscono Favasuli con Benvenga. I neroazzurri oggi in divisa rossa rispondono con un tiro di Tulli da dimenticare. 29’ Puglisi anticipa De Angelis, Arcuri tenta il pallonetto da fuori il Pisa salva sulla linea. Sulla ribattuta di Buscaroli, tira Zappacosta che pesca Herrera, conclusione salvata sulla linea. 30’ angolo di Herrera dalla destra, Zigoni non riesce ad impattare di testa. Il Pisa riparte senza pungere.34’ cross basso di Zappacosta, De Angelis conclude sbilenco sulla sfera Zigoni che da due passi si vede ribattuto il tiro da Pugliesi. 37’ bella azione dell’Avellino, D’Angelo ed Herrera recuperano un pallone a centrocampo, la palla finisce ad Arcuri che si invola verso la porta e serve l’accorrente D’Angelo. Tiro dal limite di poco fuori. 40’ L’Avellino trova il vantaggio, rimessa laterale di D’Angelo, Herrera in area si libera di un avversario e mette al centro un pallone che Zigoni di testa non può fare altro che mettere dentro. Bella torsione dell’Ariete biancoverde che trova il suo quarto centro stagionale.
SECONDO TEMPO – 2’ Herrera difende palla e serve De Angelis, tiro a girare debole bloccato da Pugliesi. 7’ punizione per il Pisa pallone al centro di Raimondi, Fumagalli esce a vuoto, Cardinale salva sulla linea. I toscani provano a raddrizzare il match con l’inserimento di un’altra punta Perez. L’Avellino si difende con ordine. 21’ il Pisa resta orfano del tecnico Pagliari espulso. Un minuto dopo è Massimo a concludere alle stelle. 25’miracolo di Fumagalli su una conclusione ravvicinata di Perna il portiere si distende e toglie la sfera dall’angolo. Il bomber è ben imbeccato da Perez. L’Avellino sostituisce un esausto De Angelis con Thiam. 31’ Pezzella mette al centro per Herrera, colpo di testa sul fondo. 37’ Perna conclude al volo, Fumagalli respinge a mano aperta. 44’ Perna ci prova di testa su calcio d’angolo, pallone che fa la barba al palo. L’Avellino ritrova quindi il successo, una vittoria che permette ai lupi di incamerare altri tre punti importanti in chiave salvezza e di scavalcare proprio il Pisa in classifica. Una vittoria importante anche in virtù di un’altra gara fondamentale contro la Tritium. Buon la prova dei baby Zappacosta e Herrera, così come di Arcuri che rispetto alle altre partite è cresciuto tanto.

Notizie correlate