Big match al Castellani ed allo Stirpe, la corsa per la vetta si accende

Continua il testa a testa in vetta alla classifica tra Frosinone e Palermo anche in questa terza giornata di ritorno della Serie B ConTe.it con l’Empoli a fare da spettatore interessato. I laziali affronteranno il Pescara allo Stirpe, in uno dei big match di giornata, sperando di approfittare dello scontro diretto tra siciliani e toscani, gara che aprirà la giornata venerdì sera. Confidano di rosicchiare punti anche Cremonese, in casa contro una rivitalizzata Pro Vercelli, e Parma, in campo a Brescia con Boscaglia a caccia dei primi punti da quando è tornato alla guida delle rondinelle. Interessanti in chiave playoff anche le sfide tra Salernitana e Carpi, tra Perugia e Cittadella e tra Venezia e Bari. Il Foggia cerca conferme in casa contro l’Avellino mentre l’Ascoli è chiamato a rialzarsi in casa del Novara. Domenica sfida salvezza tra Cesena e Ternana Unicusano mentre il turno si chiude al Comunale di Chiavari dove va in scena il derby ligure.

Venerdì 2 febbraio ore 20.30

Empoli-Palermo (Stadio Castellani) – Nell’anticipo va in scena uno dei big match di giornata con la capolista impegnata contro un Empoli reduce dal netto successo di Bari e, in generale, da un periodo di forma straordinaria. Terreno ostico quello del Castellani per i colori del Palermo: i rosanero hanno vinto in Toscana una sola volta su 12 precedenti, 1-0 in Serie A il 12 febbraio 2006 con rete allo scadere di Barzagli. Per il resto si contano 5 pareggi e 6 affermazioni azzurre. I siciliani, inoltre, non segnano allo stadio empolese da 290’: ultima rete firmata Lafferty al 70’ di Empoli-Palermo 1-1 del 3 febbraio 2014, in B; da allora si contano i residui 20’ di quella gara e le intere perdute 0-3 nella A 2014/15 e 0-1 nella A 2016/17 e pareggiata 0-0 nella A 2015/16.

Probabili formazioni:

Empoli (4-3-1-2): Gabriel, Di Lorenzo, Maietta, Veseli, Pasqual, Bennacer, Castagnetti, Brighi, Zajc, Donnarumma, Caputo. All. Andreazzoli.

Palermo (3-5-2): Posavec, Dawidowicz, Struna, Bellusci, Szyminski, Coronado, Jajalo, Chochev, Aleesami, Nestorovski, Trajkovski. All. Tedino.

Arbitro: La Penna.

Diffidati: Bellusci, Struna (Palermo).

Squalificati: Krunic (Empoli).

Sabato 3 febbraio ore 15

Brescia-Parma (Stadio Rigamonti) – Il ritorno di Boscaglia in panchina per ora non è stato fortunato. Il tecnico siciliano proverà a trovare i punti da quando è ritornato allenatore del Brescia ma per farlo se la dovrà vedere con un Parma che è tornato a segnare e vincere contro il Novara. Padroni di casa che non segnano in casa contro i ducali in gare di Serie B (la cui ultima si è disputata il 29 settembre 2008 e si chiuse sullo 0-0) dal 20 settembre 1987, quando fu 2-1 per le rondinelle con i gol di Chiodini e Branco (a 3’ dalla fine della gara) con provvisorio pareggio di Pasa su rigore. Allenatore di quel Parma era Zdenek Zeman, alla sua seconda panchina in cadetteria quel giorno. I lombardi sono pertanto a secco in casa, in B, nei match contro gli emiliani da 273’ (poi 0-0 nel 1988/89, 1-0 emiliano nel 1989/90 e 0-0 nel 2008/09).

Probabili formazioni:

Brescia (4-2-3-1): Minelli, Cancellotti, Gastaldello, Somma, Coppolaro, Bisoli, Martinelli, Embalo, Torregrossa, Furlan, Caracciolo. All. Boscaglia.

Parma (4-3-3): Frattali, Gazzola, Iacoponi, Di Cesare, Gagliolo, Munari, Scozzarella, Scavone, Insigne, Calaiò, Da Cruz. All. D’Aversa.

Arbitro: Aureliano.

Diffidati: Scavone, Scozzarella, Vacca (Parma).

Squalificati:

Cremonese-Pro Vercelli (Stadio Zini) –  Il ritorno di Grassadonia ha riportato i 3 punti alla Pro Vercelli che è tornata a sperare nella salvezza. I piemontesi sono chiamati alla conferma in casa di una Cremonese imbattuta da 9 gare. La sfida torna a livello di Serie B dopo 80 anni: l’ultima volta risale al 1 maggio 1938, quando finì 2-2 con reti grigiorosse di Rampini e Camisaschi e doppietta piemontese firmata Biraghi.

Probabili formazioni:

Cremonese (4-3-1-2): Ujkani, Almici, Claiton, Canini, Renzetti, Arini, Pesce, Cavion, Piccolo, Brighenti, Scappini. All. Tesser.

Pro Vercelli (4-3-3): Pigliacelli, Ghiglione, Alcibiade, Gozzi, Mammarella, Germano, Vives, Castiglia, Kanoute, Reginaldo, Morra. All. Grassadonia.

Arbitro: Pillitteri.

Diffidati: Marconi, Pesce (Cremonese); Bergamelli, Castiglia (Pro Vercelli).

Squalificati:

Foggia-Avellino (Stadio Zaccheria) – Il successo di Chiavari ha rivitalizzato il Foggia che cerca conferme per tenersi fuori dalla zona playout contro un Avellino che è a quota 29 in classifica, a -3 dalla zona playoff e a +5 dal quint’ultimo posto. Irpini vittoriosi in Puglia sempre a livello di B, 2-1 nel 1989/90 e 1-0 nel 1995/96. Precisamente i biancoverdi non espugnano lo Zaccheria da 22 anni, ossia dal 18 febbraio 1996, con rete decisiva di Luiso al 69’. Allenatore dei campani era Bruno Pace. Nel 2006/07 la gara fu la finalissima playoff di serie C-1, valevole per la promozione in B: i rossoneri vinsero 1-0 la gara di andata allo Zaccheria, perdendo il ritorno 0-3 dopo supplementari, con la rete che portò la partita all’over-time firmata da Rivaldo al 88’. Poi due rigori portarono in B i biancoverdi, trasformati da Biancolino ed Evacuo.

Probabili formazioni:

Foggia (3-5-2): Guarna, Loiacono, Camporese, Tonucci, Gerbo, Agnelli, Greco, Deli, Kragl, Mazzeo, Nicastro. All. Stroppa.

Avellino (4-4-1-1): Radu, Ngawa, Marchizza, Migliorini, Rizzato, Molina, De Risio, Di Tacchio, Laverone, D’Angelo, Asencio. All. Novellino.

Arbitro: Di Martino.

Diffidati: Deli, Loiacono (Foggia); Laverone, Ngawa (Avellino).

Squalificati:

Frosinone-Pescara (Stadio Stirpe) – Altro big match di questo turno va in scena allo Stirpe con il Frosinone che cerca il successo contro il Pescara, distante un punto dalla zona playoff, sperando di sfruttare al massimo lo scontro diretto tra Empoli e Palermo. Nei 6 precedenti ufficiali stadio laziale off-limits per i colori biancazzurri, mai vittoriosi. In bilancio 2 successi giallazzurri e 4 pareggi.

Probabili formazioni:

Frosinone (3-4-1-2): Bardi, Terranova, Ariaudo, Brighenti, Ciofani, Maiello, Chibsah, Beghetto, Ciano, Dionisi, Ciofani. All. Longo.

Pescara (4-3-3): Fiorillo, Crescenzi, Campagnaro, Perrotta, Mazzotta, Valzania, Carraro, Brugman, Baez, Pettinari, Capone. All. Zeman.

Arbitro: Ros.

Diffidati: Ciofani M, Terranova (Frosinone); Bovo, Coulibaly (Pescara).

Squalificati:

Novara-Ascoli (Stadio Piola) – La sconfitta di Vercelli ha riportato all’ultimo posto l’Ascoli di Cosmi che è chiamato a raccogliere punti in casa di un Novara in cerca di riscatto dopo la sconfitta di Parma. Bianconeri che non segnano al Piola da 539’: ultima rete marchigiana al 1’ di Novara-Ascoli 3-1 del 14 aprile 1974, Serie B, siglata da Massimo Silva. Poi si contano i residui 89’ di quel match e le intere delle stagioni cadette 1976/77 (0-0), 2010/11, 2012/13 e 2016/17 (triplo 1-0 piemontese), e 2015/16 (2-0 azzurro). I 7 precedenti ufficiali al Piola sono stati giocati tutti in Serie B.

Probabili formazioni:

Novara (3-5-2): Montipò, Golubovic, Troest, Chiosa, Dickmann, Sciaudone, Casarini, Moscati, Calderoni, Macheda, Sansone. All. Corini.

Ascoli (3-5-2): Lanni, De Santis, Padella, Gigliotti, Mogos, Addae, Buzzegoli, Bianchi, Martinho, Ganz, Monachello. All. Cosmi.

Arbitro: Sacchi.

Diffidati: Maniero, Orlandi (Novara).

Squalificati: Di Mariano, Mantovani, Ronaldo Pompeu (Novara).

Perugia-Cittadella (Stadio Curi) – Le due vittorie consecutive hanno riportato il Perugia a ridosso della zona playout e adesso il match col Cittadella, reduce invece dal k.o. interno contro il Frosinone, potrebbe certificare la ripresa della squadra di Breda. Sono 2 i precedenti ufficiali al Curi tra umbri e veneti con biancorossi sempre vittoriosi, finora: 3-1 nella B 2014/15 e 2-0 l’anno scorso, sempre in B.

Probabili formazioni:

Perugia (3-5-2): Leali, Volta, Dellafiore, Belmonte, Pajac, Del Prete, Kouan, Colombatto, Bandinelli, Pajac, Di Carmine, Cerri. All. Breda.

Cittadella (4-3-1-2): Alfonso, Salvi, Varnier, Scaglia, Benedetti, Bartolomei, Iori, Pasa, Schenetti, Vido, Kouame. All. Venturato.

Arbitro: Marini.

Diffidati:

Squalificati: Chiaretti (Cittadella).

Salernitana-Carpi (Stadio Arechi) – In chiave playoff si inserisce anche il match tra Salernitana e Carpi, distanti due punti in classifica con i campani che puntano al sorpasso. Un solo precedente all’Arechi tra le due compagini, vinto 2-1 dai biancorossi il 17 dicembre 2016 con le reti di Di Gaudio e Bifulco con provvisorio pareggio di Rosina.

Probabili formazioni:

Salernitana (3-4-2-1): Radunovic, Casasola, Tuia, Schiavi, Pucino, Signorelli, Minala, Vitale, Sprocati, Palombi, Rossi. All. Colantuono.

Carpi (3-5-2): Colombi, Pasciuti, Poli, Ligi, Pachonik, Calapai, Verna, Sabbione, Belloni, Melchiorri, Mbbakogu. All. Calabro.

Arbitro: Illuzzi.

Diffidati: Pucino, Ricci (Salernitana); Brosco, Mbakogu (Carpi).

Squalificati: Ricci (Salernitana).

Venezia-Bari (Stadio Penzo) – Cancellare in fretta il k.o. contro l’Empoli è l’obiettivo del Bari che se la vedrà con un Venezia tornato a vincere nello scorso turno dopo un’astinenza di oltre due mesi. Dopo 13 anni torna al Penzo la sfida tra le due: l’ultima edizione venne giocata il 7 maggio 2005, 1-0 per i padroni di casa in B con rete determinante di Luis Oliveira al 9’ ed un rigore fallito al 71’ da Carrus per il possibile pareggio pugliese. Sportivamente “drammatica” la penultima sfida, finalissima playout per la permanenza in B al termine della regular season 2003/04 (prima edizione con questa formula), con i lagunari che si imposero 2-0 con i gol di Brellier al 50’ e Biancolino al 90’, dopo lo 0-1 dell’andata a Bari. Aldilà di questo computo, si ricordano i due spareggi salvezza in serie A 1942/43, Bari-Venezia 1-1 (2 maggio 1943, a Roma) e Venezia-Bari 2-0 (6 giugno 1943, a Bologna).

Probabili formazioni:

Venezia (3-5-2): Audero, Modolo, Andelkovic, Domizzi, Zampano, Falzerano, Stulac, Suciu, Garofalo, Litteri, Geijo. All. Inzaghi.

Bari (4-3-3): Micai, Anderson, Diakitè, Gyomber, D’Elia, Tello, Basha, Busellato, Improta, Floro Flores, Galano. All. Grosso.

Arbitro: Chiffi.

Diffidati: Domizzi (Venezia); Basha, Improta, Petriccione (Bari).

Squalificati: Bentivoglio (Venezia); Marrone (Bari).

Domenica 4 febbraio ore 17.30

Cesena-Ternana Unicusano (Orogel Stadium-Dino Manuzzi) – Esordio sulla panchina della Ternana Unicusano per Mariani, subentrato a Pochesci, esonerato dopo il pari con la Salernitana. Avversario di turno quel Cesena che è, a questo punto del campionato, un concorrente diretto per la salvezza. Ospiti che hanno vinto nella storia una sola volta su 23 match ufficiali giocati finora in Romagna; il successo rossoverde risale al 12 dicembre 1971, 2-0 in Serie B, con gol firmati da Cucchi e Marchetti, allenatore delle “fere” Corrado Viciani. Negli ultimi 14 precedenti a Cesena, bianconeri di casa sempre in rete, per un totale di 26 gol, con ultimo stop nello 0-0 di Serie B datato 30 ottobre 1977.  La formazione umbra non segna all’Orogel Stadium Dino Manuzzi da 286’; ultima rete firmata Lauro al 74’ di Cesena-Ternana 1-1, Serie B, in data 1 novembre 2013; poi si contano i residui 16’ di quella gara e le intere perdute 0-4 (Serie B 2015/16), 0-2 (Coppa Italia 2016/17) e 0-1 (Serie B 2016/17).

Probabili formazioni:

Cesena (4-4-1-1): Fulignati, Donkor, Scognamiglio, Esposito, Perticone, Vita, Schiavone, Di Noia, Fazzi, Laribi, Jallow. All. Castori.

Ternana Unicusano (3-4-1-2): Plizzari, Vitiello, Gasparetto, Valjent, Statella, Signori, Defendi, Angiulli, Tremolada, Carretta, Montalto. All. Mariani.

Arbitro: Pinzani.

Diffidati: Di Noia, Esposito, Perticone (Cesena); Gasparetto (Ternana Unicusano).

Squalificati:

Lunedi 5 febbraio ore 20.30

Virtus Entella-Spezia (Stadio Comunale) – La terza giornata di ritorno della Serie B ConTe.it si chiude con il derby ligure tra Virtus Entella e Spezia. Entrambe vanno a caccia di riscatto dopo le rispettive sconfitte nello scorso turno con i padroni di casa ripiombati in zona playout. Nei 12 precedenti ufficiali a Chiavari, si ricorda un solo successo per lo Spezia, 3-1 in Coppa Italia di Lega Pro, in data 9 novembre 2011, allenatore degli aquilotti Michele Serena. Nelle altre 11 partite, il bilancio è di 5 vittorie dei padroni di casa e 6 pareggi.

Probabili formazioni:

Virtus Entella (4-3-3): Iacobucci, Belli, Benedetti, Pellizzer, Brivio, Ardizzone, Acampora, Crimi, Gatto, La Mantia, De Luca. All. Aglietti.

Spezia (3-5-2): Di Gennaro, De Col, Terzi, Giani, Pessina, Mora, Maggiore, Mastinu, Augello, Marilungo, Granoche. All. Gallo.

Arbitro: Marinelli.

Diffidati: Ceccarelli, Crimi (Virtus Entella); Bolzoni, De Col (Spezia);

Squalificati: Lopez (Spezia).

Matteo Fantozzi.

Precedenti forniti da Football Data.

Nella foto La Presse Longo e Zeman, allenatori rispettivamente di Frosinone e Pescara, avversari di turno in questo terzo turno di ritorno della Serie B ConTe.it.