Calcio Avellino, fideiussioni ai raggi x: domani la Federcalcio decide

Ai raggi x della Covisoc, sono tre, in totale, le fideiussioni presentate dall’U.S. Avellino.

1) Onix: la polizza della romena Onix è stata bocciata lo scorso 13 luglio e la società biancoverde ha presentato ricorso rivendicando la correttezza della procedura. La fideiussione romena è stata depositata il 29 giugno e non accolta il 12 luglio con una Pec arrivata intorno alle 21.30. Bocciata a causa del rating che per la Covisoc deve essere detenuto direttamente dalla società romena.

2) Finworld: la seconda fideiussione è stata prodotta lo scorso 16 luglio entro le ore 19.00. L’istituto ha provveduto ad inviarla direttamente, via PEC. Considerati i tempi ridottissimi, qualora l’incartamento non dovesse essere completo o corretto, il club irpino potrebbe contestare alla Covisoc il netto ritardo dell’avviso del 12, secondo sentenze della Cassazione.

3) Groupama: il presidente dell’U.S. Avellino Walter Taccone sostiene di  aver firmato l’accordo ed attivato la polizza entro le 18.30 del 16 luglio ma di aver consegnato solo ieri pomeriggio, a mano, dopo l’annuncio via Pec, l’intero incartamento poichè costretto a modificare il consiglio di amministrazione per fornire le garanzie personali per il rilascio.

Per il verdetto definitivo bisognerà attendere la lista ufficiale delle partecipanti alla serie cadetta che sarà diramata domani dal consiglio della FIGC.