Ecco il regolamento play off di serie D

Ecco il regolamento play off di serie D

Per fare ulteriore chiarezza, riproponiano il regolamento dei play-off del campionato di serie D. La prima dei nove gironi è promossa in Lega Pro II Divisione. La 2ª, 3ª, 4ª e 5ª sono ammesse alla prima fase dei play-off (la 6ª, nel caso in cui una delle precedenti risultasse vincitrice o finalista di Coppa Italia, la sostituirebbe. Casistica, però, evitata vista la vittoria in Coppa del Matera) e si affronteranno in gara unica in casa della meglio classificata (2ª vs 5ª; 3ª vs 4ª).
In caso di pareggio, al termine degli eventuali tempi supplementari, si qualificherà la compagine meglio classificata durante il campionato. Le due squadre qualificate si affronteranno con le stesse modalità per accedere alla seconda fase della competizione strutturata a triangolari. In caso di parità in classifica al termine del campionato tra due o più squadre, comunque, qualificate ai play-off, si terrà conto per definirne il piazzamento, nell’ordine, di punti negli scontri diretti, differenza reti negli scontri diretti, differenza reti totale, reti segnate in campionato, posizione in Coppa Disciplina, minor età media dei calciatori impiegati, sorteggio. Nel caso in cui, invece, fosse in palio tra due o più squadre si procederà ad effettuare una gara di spareggio in campo neutro tra le due squadre meglio posizionate nella classifica avulsa.
La seconda fase a triangolari vedrà impegnate le nove società vincenti la prima fase di ogni girone, suddivise in base a sorteggio: le tre squadre che si aggiudicheranno i triangolari, unitamente alla squadra vincitrice della Coppa Italia di serie D (sostituita dalla finalista o dalla migliore seconda dei triangolari, nel caso dette squadre fossero già promosse in Seconda Divisione), accederanno alle semifinali. La classifica dei triangolari sarà definita tenendo contro, nell’ordine, di punti ottenuti, differenza reti, reti segnate, posizione in Coppa Disciplina, minor età media, sorteggio. Per definire la miglior seconda classificata saranno valutati, nell’ordine, punti ottenuti, differenza reti, reti segnate, posizione nella classifica finale del campionato, posizione nella classifica della Coppa Disciplina di serie D, età media, sorteggio. Le semifinali, i cui abbinamenti verrano decisi tramite sorteggio, si svolgeranno con gare di andata e ritorno, con rigori, ma non tempi supplementari in caso di parità. La gara di finale sarà disputata, in campo neutro, con rigori a dirimere l’eventuale parità al 90’.
LE DATE - 23 e 30 maggio prima e seconda gara abbinamenti per gli altri gironi. Per il Girone I, invece, visto lo spareggio Avellino-Rossanese che si dovrebbe giocare sabato o domenica, la 1° gara degli abbinamenti slitta al 26 maggio. 6, 9 e 13 giugno triangolari – 16 e 20 giugno semifinali – 27 giugno finale.

Notizie correlate