Foligno-Avellino 1-0 (finale), Guidone implacabile

FOLIGNO (4-4-2): Zandrini; Stoppini, Galuppo, Cotroneo, Tuia; Rizzo (25′ st Petti), Padoin, Papa (35′ st Menchinella), Coresi; Guidone, Tattini (32′ st Cardarelli). A disp.: Mazzoni, Tabacco, Fedeli, Brunori Sandri. All.: Pagliari.
AVELLINO (4-3-3): Fumagalli; Zammuto (15′ st Zappacosta), Puleo, Cardinale, Pezzella (26′ st Thiam); D’Angelo, Malaccari, Arcuri; Millesi (1’st Lasagna) Zigoni De Angelis. A disp.: Fortunato, Labriola, Massimo, Falzerano. All.: Bucaro.
ARBITRO: Albertini di Ascoli Piceno.
Guardalinee: Di Salvo ed Agostini.
MARCATORE: 13′ pt Guidone.
ESPULSO: 37′ st Malaccari (A) per doppia ammonizione.
AMMONITO: Tuia (F).
NOTE: spettatori 1100 circa. Angoli: 7-5 per l’Avellino. Rec.: st 4′.

Seconda sconfitta consecutiva in trasferta (la prima del nuovo anno) per l’Avellino, brutta copia di quello ammirato qualche settimana fa. Biancoverdi superficiali nella prima frazione, disastrosi nella seconda al cospetto di un avversario per nulla trascendentale che ha sfruttato le debolezze, soprattutto nelle retrovie, di una squadra che subisce gol da sette partite di fila.
PRIMO TEMPO – Bucaro rischia dall’inizio Pezzella. Recupera, invece, Millesi schierato nel tridente offensivo completato da Zigoni e De Angelis. Arcuri impiegato sull’interno sinistro di centrocampo. Dall’altro lato Pagliari fa esordire i neo-acquisti Padoin e Rizzo. Proprio una girata dell’esterno al secondo è deviata prodigiosamente da Fumagalli in angolo. Foligno subito all’arrembaggio. La risposta dell’Avellino non si fa attendere. Al sesto occasione per Arcuri: il suo colpo di testa è troppo debole ed è controllato agevolmente da Zandrini. Al 13’ i padroni di casa passano in vantaggio. Puleo sbaglia l’intervento, Guidone – servito da Galuppo – ne approfitta e con un destro preciso beffa Fumagalli (13’). Al 17’ punizione di Millesi, Zandrini si distende sulla sua destra e sventa il pericolo. L’Avellino prova a reagire. Alla mezz’ora De Angelis davanti al portiere conclude senza troppa forza: controlla Zandrini. L’Avellino preme, non trova molti spazi ma con De Angelis spreca ancora al 40’ da buona posizione.
SECONDO TEMPO – E’ il Foligno ad essere pericoloso ad inizio ripresa, nonostante la mossa di Bucaro: fuori Millesi non al meglio, dentro Lasagna. Al 3’ gol annullato ai locali. Coresi impegna Fumagalli, sulla respinta Guidone segna ma è in fuorigioco. Troppa frenesia in casa irpina. Bucaro al quarto d’ora toglie Zammuto per Zappacosta. Biancoverdi a trazione anteriore. Entra pure Thiam. Proprio su quest’ultimo Zandrini (30’) si esalta evitando il pareggio di un Avellino generoso, ma pasticcione. Malaccari, tra i peggiori, al 37’ si becca il secondo giallo dopo aver perso palla. Un minuto dopo Cardarelli prima e Guidone dopo sprecano la chance per il raddoppio, con la retroguardia irpina immobile. In pieno recupero Arcuri (47’) trova ancora la risposta di Zandrini.

Notizie correlate