Frosinone ko, l’Empoli primo in solitaria: sale il Bari che aggancia il Palermo

Pareggia l’Empoli nel finale, 1 a 1 a Cittadella, cade invece il Frosinone allo Stirpe dove finisce 3 a 1 in favore del Perugia. I toscani così rimangono soli al primo posto, mentre alle spalle continua il momento d’oro del Bari, 2 a 1 a Terni, che acchiappa al terzo posto il Palermo che pareggia al Piola di Vercelli: 0 a 0. In zona play off anche la Cremonese (ottavo insieme al Parma) che fa 0 a 0 a Pescara. L’altra partita a reti inviolate è Carpi-Virtus Entella. 23 i gol in questa 27a giornata e tre vittorie esterne fra cui quella del Brescia a Foggia, 2 a 1. Completano il quadro i successi, entrambi per 2 a 1, dell’Avellino sul Novara e dell’Ascoli sul Cesena.
Cittadella-Empoli 1-1
Un gol che vale il primato: è quello segnato al 94′ da Bennacer e che consente all’Empoli di pareggiare 1-1 in casa del Cittadella. Con questo risultato i toscani si portano da soli al comando della classifica con 50 punti, uno in più del Frosinone. Al Tombolato, padroni di casa in vantaggio nel primo tempo con Kouame bravo ad approfittare dell’errore di Veseli dopo un tiro di Vido respinto da Gabriel. Nella ripresa la squadra di Andreazzoli chiude il Cittadella nella sua metà campo, sfiora il pareggio in più occasioni, colpendo anche un palo con Zajc, prima di trovare il meritato pareggio nel recupero, grazie ad uno splendido un sinistro a giro di Bennacer. Una autentica beffa per la compagine veneta scavalcata dal Bari, ma comunque sempre in zona playoff con 42 punti.
Ternana Unicusano-Bari 1-2
Il Bari espugna Terni e prosegue la marcia playoff. I pugliesi si impongono al ‘Liberati’ (1-2). Terzo successo consecutivo per la formazione di Fabio Grosso che aggancia a quota 44 il Palermo. E’ crisi nera invece per gli umbri fanalini di coda, al quarto ko consecutivo: per De Canio esordio amaro. Vantaggio lampo per gli ospiti, a segno dopo appena 3 minuti con un gran destro di Henderson. I padroni di casa reagiscono e trovano il pareggio all’11’ con Defendi che sfrutta di testa il traversone di Paolucci. Nella ripresa Bari nuovamente avanti con Marrone che stacca sugli sviluppi del corner di Henderson (63′). Plizzari è scavalcato, è il gol che consegna i tre punti ai pugliesi.
Avellino-Novara 2-1
L’Avellino supera per 2-1 il Novara di Di Carlo in un match valido per la 27esima giornata del campionato della Serie B ConTe.it. Con questa vittoria gli irpini di mister Novellino scavalcano proprio i piemontesi portandosi al quindicesimo posto in classifica con 31 punti contro 29. Primo tempo equilibrato, con il Novara che mantiene il possesso palla e l’Avellino sempre pronto a colpire in contropiede. Il gol del vantaggio dei padroni di casa porta la firma di Gavazzi, che con un missile dalla distanza supera un incolpevole Montipò. Nel secondo tempo succede di tutto: Calderoni con un mancino dal limite dell’area sigla l’1-1 per il Novara, ma subito dopo la mezzora seconda ancora Gavazzi con una splendida conclusione al volo, regala la vittoria ai biancoverdi.
Pro Vercelli-Palermo 0-0
Il Palermo non va oltre il pari a Vercelli e continua il digiuno di vittorie. I rosanero sono stoppati sullo 0-0 al ‘Piola’. La squadra di Tedino ferma la sequenza negativa di tre sconfitte ma viene raggiunta al terzo posto a quota 44 dal Bari. Punto prezioso per i piemontesi, che proseguono la striscia di risultati utili raggiungendo quota 27. E proprio la squadra di casa si mostrano un po’ più propositivi in un primo tempo tuttavia avaro di vere emozioni. Nella ripresa il Palermo prova ad alzare il ritmo e arriva più volte alla conclusione ma non riesce a scardinare la difesa piemontese.
Carpi-VirtusEntella 0-0
Carpi e Virtus Entella hanno pareggiato 0-0. Un risultato che non smuove più di tanto la classifica delle due squadre: gli emiliani restano in corsa per i playoff, i liguri restano in zona retrocessione. Al Sandro Cabassi, l’Entella ha avuto il controllo della partita per gran parte del tempo senza però riuscire a trovare il guizzo vincente. Il Carpi, invece, ha avuto invece un atteggiamento più rinunciatario del solito pur mostrandosi sempre pronto a sfruttare gli errori degli avversari in particolare con il sempre pericoloso Mbakogu.
Ascoli-Cesena 2-1
L’Ascoli ha battuto il Cesena 2-1 nello scontro salvezza. Adesso per i romagnoli si fa più in salita la strada che porta alla salvezza. L’Ascoli di Cosmi, invece, torna a sperare nonostante sia ancora penultimo. Partita quasi perfetta dei padroni di casa, trascinato da uno scatenato Clemenza che ha fatto la differenza in attacco. La squadra di Castori non riesce gol a parte a impensierire concretamente la porta di Lanni e l’ingenuità di Fedele, che in 3 minuti si fa ammonire due volte, ha reso impossibile evitare la sconfitta. Nel primo tempo Mogos in mischia porta in vantaggio i padroni di casa, che poi sfiorano almeno in un paio di occasioni il raddoppio. Grazie ad un colpo di testa di Fedele, però, il Cesena trova la momentanea parità. Nella ripresa ci pensa Clemenza, con uno splendido sinistro a superare Fulignati per il gol del definitivo 2-1
Pescara-Cremomese 0-0
Un punto a testa e reti inviolate nella sfida tra Pescara e Cremonese. Finisce 0-0 la sfida, comunque vivace, dell”Adriatico’. Nel primo tempo la squadra di Tesser si mostra più vivace ma sono gli abruzzesi di Zeman a sfiorare il gol prima dell’intervallo con Capone in mischia, Ujkani è prodigioso nella deviazione. Ancora il portiere degli ospiti si mostra reattivo su Mazzotta. Poi è il portiere di casa Fiorillo a salvare il risultato con un bell’intervento su Scappini. Nel finale la squadra di Tesser sciupa la chance della vittoria con Cavion, ma Perrotta salva. Per la Cremonese si tratta del settimo pari esterno consecutivo.
Foggia-Brescia 1-2
Dopo quattro vittorie di fila, si interrompe contro il Brescia la serie positiva del Foggia di Stroppa. Le Rondinelle di mister Boscaglia, infatti, espugnano per 2-1 lo Zaccheria nella 27esima giornata di Serie B. Tre punti pesanti in chiave salvezza per la compagine lombarda, salita ora a quota 33 punti a -1 proprio dai pugliesi. Primo tempo di marca foggiana: i padroni di casa passano in vantaggio grazie alla rete di Nicastro, su colpi di testa di Mazzeo. Nella ripresa la rimonta del Brescia: Torregrossa firma il pareggio con un destro da centro area su cross teso dalla destra di Spalek. Dopo dieci minuti ci pensa Caracciolo a regalare i tre punti agli ospiti trasformando un calcio di rigore concesso per fallo di Agnelli su Torregrossa. Inutile l’assalto finale del Foggia, il Brescia torna a casa con i tre punti.
Frosinone-Perugia 1-3
Colpo esterno del Perugia che passa a Frosinone ed impedisce alla squadra di Longo di raggiungere la vetta solitaria della classifica. Gli umbri si impongono in rimonta allo ‘Stirpe’ (1-3) e incassano tre punti preziosissimi sulla strada dell’aggancio alla zona playoff. Per i laziali, sulla cui prestazione pesa senza dubbio l’espulsione di Soddimo al 40′ del primo tempo, è il secondo ko nelle ultime tre gare. La gara sembra mettersi bene per i padroni di casa, avanti all’11’ con Soddimo che, dopo aver colpito il palo un paio di minuti prima, sugli sviluppi di un corner sfrutta la sponda di Ciofani ed insacca. Risposta immediata del Perugia che quattro minuti dopo pareggia con l’ottavo gol stagionale di Cerri, lanciato da Bandinelli: davanti a Vigorito il numero 27 non sbaglia ed è 1-1. Alla mezz’ora ancora sfortunato il Frosinone con Soddimo che scarica dal limite e centra il suo secondo legno, dopo la leggera deviazione di Leali. Proprio il numero 10 finisce al 40′ la sua partita: l’intervento ai danni di Colombatto vale il rosso. Padroni di casa in dieci per l’intera ripresa, nella quale il Perugia trova il vantaggio al 73′ con Mustacchio che trafigge con un diagonale Vigorito dopo uno scambio con Cerri. In pieno recupero, gli ospiti realizzando anche il gol-sicurezza con Bonaiuto che in contropiede sfrutta l’assist di Colombatto e fissa il risultato sul definitivo 1-3.

Notizie correlate