Il Savoia rinasce dal Sant’Antonio Abate?

Il Savoia rinasce dal Sant’Antonio Abate?

Come in tutti i progetti esiste un piano B. Un piano che Felicio Ferraro ha già bello e pronto. Il diesse oplontino, in verità dopo aver abozzato una trattativa con Nello Savarese presidente del Vico Equense retrocesso in serie D, ha già sondato la possibilità di acquisire il titolo del Sant’Antonio Abate. Nella scorsa settimana è stato addirittura fatto un sondaggio e pare che l’operazione sarebbe anche fattibile in tempi brevi. Ormai i soci del Sant’Antonio Abate hanno mollato, dando il mandato al presidente Vertolomo di cercare acquirenti per il titolo sportivo. Ferraro e Immobile hanno subito chiesto informazioni, anche per quanto riguarda la situazione debitoria.
I debiti ci sono ma non sono tantissimi come credevano inizialmente gli oplontini. Ci sarebbero 70-80mila euro di conti in sospeso, ma che riguardano soltanto la gestione di questa stagione (rimborsi ai calciatori e costi vari di gestione). Insomma, nel caso in cui Savarese ci ripensi, Ferraro e Immobile hanno già pronta l’alternativa, tra l’altro anche valida e meno dispendiosa. Sì, perché nella trattativa con Vico Equense sul piatto ci sarebbe anche l’acquisizione di tutto il settore giovanile, che negli ultimi anni è diventato il fiore all’occhiello del club vicano. Ora Torre Annunziata spera, il calcio potrebbe ripartire da qui a poco. Gli imprenditori ci sono, il progetto tecnico pure, manca solo il titolo sportivo. Quella appena iniziata è la settimana decisiva per piazzare l’ultimo tassello. E ripartire.

Notizie correlate