Iscrizione alla D, c’è tempo fino al 13 luglio

Iscrizione alla D, c’è tempo fino al 13 luglio

Hanno diritto a partecipare al Campionato Nazionale di Serie D 2010/2011, le Società che ne hanno conseguito il titolo sportivo ai sensi dell’art. 49 delle NOIF, concorrendo gli altri requisiti previsti dalle stesse norme federali.
Le domande di iscrizione, redatte mediante l’apposito modello, dovranno essere depositate presso la sede del Comitato Interregionale entro il termine di martedì 13 luglio 2010, alle ore 12.

Le Società aventi diritto, quindi, dovranno presentare la domanda, anche a mezzo fax, entro il termine di cui sopra a pena di decadenza, che dovrà essere corredata della seguente documentazione:
1. modulo di censimento in n.3 copie debitamente compilato e sottoscritto (anche anticipato via fax);
2. copia del Verbale della Assemblea nel corso della quale sono state attribuite le cariche sociali per la Stagione Sportiva 2010/2011, vidimata per conformità dal Presidente della Società;
3. copia statuto sociale vigente;
4. somma di € 18.000, a mezzo assegno circolare non trasferibile intestato a: F.I.G.C. – L.N.D. – Comitato Interregionale o tramite bonifico bancario intestato come di seguito riportato: UNICREDIT BANCA DI ROMA AG. 208
VIA SALARIA, 130 – ROMA
IBAN IT 73 Z 03002 05016 000400029824

(Indicando nella causale: Iscrizione Società………………. Stagione Sportiva 2010/2011)
(non saranno accettati assegni di conto corrente).
Il versamento di tale importo è da ascriversi ai seguenti titoli:
Tassa associativa: € 250,00
Assicurazione tesserati (salvo conguaglio) € 2.500,00
diritti d’iscrizione Campionato Nazionale di Serie D e Campionato Nazionale Juniores € 12.000,00
acconto spese: € 3.250,00 (a garanzia di eventuali passività sportive)
5. fideiussione bancaria a prima richiesta
sarà possibile effettuare una delle seguenti scelte:
– fidejussione esclusivamente bancaria di € 31.000,00 secondo il modello predisposto dal Comitato Interregionale e trasmesso alle stesse Società;
– proroga all’ 11 luglio 2011 della fideiussione giacente, secondo il modello predisposto dal Comitato Interregionale (per società già in organico nella stagione sportiva 2009/2010);
N.B. > non saranno accettati assegni bancari in sostituzione
6. nel caso di Società iscritte nel registro delle imprese, è necessario anche allegare:
– visura camerale aggiornata attestante la vigenza della Società;
7. per le Società del Comitato Interregionale che presentassero, alla data del 30/06/2010, debiti di carattere sportivo, un assegno circolare non trasferibile e/o bonifico bancario con valuta 7/7/2010;
Si rammenta in merito, così come disposto dall’art. 94/ter delle N.O.I.F. che:
• per le decisioni della Commissione Accordi Economici della L.N.D. divenute definitive entro il 31.05.2010
• per le decisioni della Commissione Vertenze Economiche pronunciate entro il 31.05.2010
• per le decisioni del Collegio Arbitrale pronunciate entro il 31.05.2010

persistendo la morosità della Società inadempiente la stessa non sarà ammessa al Campionato di Serie D della stagione successiva qualora le suddette pronunce non vengano integralmente adempiute entro il termine fissato per l’iscrizione al predetto Campionato.
8. dichiarazione di disponibilità del campo di gioco, secondo il modello predisposto dal Comitato Interregionale, rilasciata dall’Ente proprietario, per la disputa di tutte le gare del Campionato Nazionale di Serie D e di altre Manifestazioni ufficiali.
All’uopo si riporta quanto pubblicato su C.U. N. 98/A della F.I.G.C. inerente la modifica dell’art. 19 , punti 1) e 2) delle N.O.I.F.:
Le Società devono svolgere la loro attività sportiva nell’impianto sportivo dichiarato disponibile all’atto dell’affiliazione.
L’impianto sportivo di cui al precedente comma 1) deve insistere sul territorio del Comune ove le Società hanno la propria sede sociale. Su richiesta della Società, Le Leghe, i Comitati e le Divisioni, in via eccezionale e per fondati motivi, possono autorizzare, secondo la rispettiva competenza, le medesime società a svolgere le loro attività in impianti diversi. ………..omissis
L’impianto di gioco dovrà presentare le caratteristiche previste dal Regolamento Impianti Sportivi del Comitato Interregionale, con particolare riferimento all’attestazione di agibilità rilasciata dalle Commissioni Comunali e/o Provinciali di Vigilanza.
Si precisa che può essere concessa deroga alle Società per il tempo strettamente necessario all’ultimazione dei lavori, previa indicazione di unico campo alternativo provvisto di agibilità definitiva; in caso contrario dovrà essere chiaramente disposta, da parte dell’Ente proprietario, la concessione della struttura per la disputa di gare “a porte chiuse”.
Nella dichiarazione di disponibilità deve essere indicato che la stessa non potrà essere revocata nel corso della stagione sportiva.
L’inosservanza del termine del 13 luglio 2010 ore 12.00, anche con riferimento ad uno soltanto degli adempimenti previsti dai punti 1), 2), 3), 4), 5), 6), 7) e 8) costituisce illecito disciplinare ed è sanzionata, su deferimento della Procura Federale, dagli organi della giustizia sportiva con la ammenda di euro 1.000,00 per ciascun inadempimento.
La suindicata documentazione, prima dell’inizio dell’attività ufficiale, dovrà inoltre essere integrata da:
Sottoscrizione di delega alla negoziazione dei diritti radiofonici e televisivi, pubblicitari e commerciali alla L.N.D., secondo il modello predisposto dallo stesso ed inviato alle Società.
Autocertificazione, prevista dall’Art. 22 bis delle N.O.I.F. secondo il modello predisposto dal Comitato Interregionale ed inviato alle Società.
Autorizzazione trattamento dati personali, secondo il modello predisposto dal Comitato Interregionale ed inviato alle Società.
1/A Disposizioni ulteriori per Società provenienti dall’area professionistica:
Le Società provenienti dall’area professionistica, oltre a produrre la documentazione e le certificazioni di cui sopra, eccezion fatta per la previsione del n.7), dovranno entro il termine del 13/7/2010 ore 12.00 osservare i seguenti adempimenti:
A) depositare presso la Co.Vi.So.D comunicazione rilasciata dalla Lega Pro, attestante l’avvenuto deposito di tutte le ricevute liberatorie riguardanti i tesserati della Società comprovanti l’avvenuto pagamento di tutti gli emolumenti e le spettanze maturate al 30.04.2010.
Si precisa che l’esistenza di eventuali crediti giacenti presso la Lega Pro o altri Enti, non compensa in alcun modo l’obbligo di presentazione di tutte le liberatorie per l’avvenuto pagamento di ogni spettanza, nei riguardi dei tesserati della Società
B) depositare comunicazione della Lega Pro, attestante la inesistenza di situazioni debitorie nei confronti della F.I.G.C., delle Leghe e di altre Società affiliate comprensive di vertenze da deliberare ovvero l’ammontare di eventuali situazioni debitorie esistenti. In tale ultimo caso la Società dovrà depositare ulteriore fideiussione bancaria con scadenza 31.12.2011, secondo il modello predisposto dal Comitato Interregionale, a garanzia dell’assolvimento delle stesse, di importo pari alla quota debitoria come sopra certificato.
L’inosservanza del termine del 13 luglio 2010 ore 12.00, anche con riferimento ad uno soltanto degli adempimenti previsti dai punti A) e B) costituisce illecito disciplinare ed è sanzionata, su deferimento della Procura Federale, dagli organi della giustizia sportiva con la ammenda di euro 1.000,00 per ciascun inadempimento
1/B Disposizioni ulteriori per Società promosse dai Campionati Regionali di Eccellenza
Le Società promosse dai Campionati Regionali di Eccellenza, oltre a produrre la documentazione e le certificazioni di cui ai punti 1), 2), 3), 4), 5), 6), e 8) dovranno presentare sempre nel termine del 13 luglio 2010, ore 12:
C) attestato, sottoscritto dal Presidente del Comitato Regionale di provenienza di inesistenza di pendenze debitorie verso la F.I.G.C., le Leghe, le Società affiliate. Nell’ipotesi di esistenza di pendenze debitorie verso la F.I.G.C., le Leghe, le Società affiliate, ivi comprese le vertenze da deliberare, la Società dovrà garantire, all’atto dell’iscrizione, l’assolvimento della relativa passività.
L’inosservanza del termine del 13 luglio 2010 ore 12.00, anche con riferimento all’adempimento previsto dal punto C) costituisce illecito disciplinare ed è sanzionata, su deferimento della Procura Federale, dagli organi della giustizia sportiva con la ammenda di euro 1.000,00 per ciascun inadempimento
La domanda di iscrizione di ciascuna società avente diritto, con la documentazione ad essa allegata, dovrà essere trasmessa dalla Segreteria del Comitato Interregionale alla Co.Vi.So.D, entro il 15 luglio 2010.
La documentazione presentata dalle società successivamente al termine del 13 luglio 2010 e comunque entro e non oltre il termine perentorio del 20 luglio 2010 dovrà essere trasmessa dalla segreteria del Comitato Interregionale alla Co.Vi.So.D. entro il 21 luglio 2010.

RICORSI
La Co.Vi.So.D., entro il 23 luglio 2010, esaminata la documentazione prodotta dalle società e quanto trasmesso dalle Leghe professionistiche e dai Comitati Regionali competenti, comunica alle società l’esito della loro istruttoria, inviando copia della comunicazione per conoscenza alla Lega Nazionale Dilettanti e al Comitato Interregionale.
A tal fine, le società hanno l’onere di comunicare alla Co.Vi.So.D, entro il 20 luglio 2010, il numero di fax se diverso da quello della stagione sportiva precedente ovvero indicato all’atto dell’iscrizione.
In caso di esito positivo della istruttoria da parte della Co.Vi.So.D, la domanda di ammissione si intende accolta.
Le società che non sono risultate in possesso dei requisiti richiesti per l’ammissione al campionato di Serie D 2010/2011 ai fini della partecipazione al campionato di competenza 2010/2011 possono presentare ricorso avverso la decisione negativa della Co.Vi.So.D.
Il ricorso deve essere depositato presso la Co.Vi.So.D, entro il termine perentorio del 27 luglio 2010, ore 18.
Il ricorso deve essere corredato, a pena di inammissibilità, da una tassa unica di €. 500,00 a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a : F.I.G.C. – L.N.D. – Comitato Interregionale che sarà restituito solo in caso di accoglimento dei ricorsi.
Ferma l’applicazione delle sanzioni previste ai paragrafi 1), 2), 3), 4), 5), 6), 7), 8), A), B) e C), potranno essere integrati, entro il termine perentorio del 20 luglio 2010 ore 12, tutti gli adempimenti indicati nei medesimi titoli, eccezion fatta per la domanda di iscrizione al Campionato Nazionale di Serie D 2010/2011 che a pena di decadenza dovrà essere invece presentata entro il termine del 13 luglio 2010.
La documentazione depositata successivamente al termine perentorio del 20 luglio 2010 ore 12.00, non potrà essere presa in considerazione né dalla Co.Vi.So.D, né dal Consiglio Direttivo della LND nell’esame dei ricorsi. La Co.Vi.So.D esprime, entro il 28 luglio 2010, parere motivato al Consiglio Direttivo della LND sui ricorsi proposti.
La decisione sull’ammissione ai Campionati verrà assunta dal Consiglio Direttivo della LND nella riunione del 29 luglio 2010.

PROSPETTO RIEPILOGATIVO PER LE SOCIETA’ AVENTI DIRITTO
A) ADEMPIMENTO OBBLIGATORIO A PENA DI DECADENZA PER L’AMMISSIONE AL CAMPIONATO DI SERIE D 2010/2011:
Domanda di iscrizione da presentare, anche a mezzo fax, presso la Segreteria del Comitato Interregionale entro il 13 luglio 2010 0re 12.
B) ADEMPIMENTI RICHIESTI PER L’ISCRIZIONE AL CAMPIONATO DI SERIE D 2010/2011 MA CHE NON DETERMINANO LA NON AMMISSIONE:
1. modulo di censimento in n.3 copie debitamente compilato e sottoscritto (anche anticipato via fax);
2. copia del Verbale della Assemblea nel corso della quale sono state attribuite le cariche sociali per la Stagione Sportiva 2010/2011, vidimata per conformità dal Presidente della Società;
3. copia statuto sociale vigente;
4. somma di € 18.000, a mezzo assegno circolare non trasferibile intestato a: F.I.G.C. – L.N.D. – Comitato Interregionale o tramite bonifico bancario per Tassa associativa (€. 250,00), Assicurazione tesserati -salvo conguaglio- (€.2.500,00), diritti d’iscrizione Campionato Nazionale di Serie D e Campionato Nazionale Juniores (€.12.000,00), acconto spese -a garanzia di eventuali passività sportive (€.3.250,00)

5. fideiussione bancaria a prima richiesta
6. nel caso di Società iscritte nel registro delle imprese: visura camerale aggiornata attestante la vigenza della Società;
7. per le Società del Comitato Interregionale che presentassero, alla data del 30/06/2010, debiti di carattere sportivo, un assegno circolare non trasferibile e/o bonifico bancario con valuta 7/7/2010;
8. dichiarazione di disponibilità del campo di gioco
9. sottoscrizione di delega alla negoziazione dei diritti radiofonici e televisivi, pubblicitari e commerciali alla L.N.D., secondo il modello predisposto dallo stesso ed inviato alle Società.
10. autocertificazione, prevista dall’Art. 22 bis delle N.O.I.F. secondo il modello predisposto dal Comitato Interregionale ed inviato alle Società.
11. autorizzazione trattamento dati personali, secondo il modello predisposto dal Comitato Interregionale ed inviato alle Società.
12. per Società provenienti dall’area professionistica deposito presso la Co.Vi.So.D di: comunicazione rilasciata dalla Lega Pro, attestante l’avvenuto deposito di tutte le ricevute liberatorie riguardanti i tesserati della Società comprovanti l’avvenuto pagamento di tutti gli emolumenti e le spettanze maturate al 30.04.2010; comunicazione della Lega Pro, attestante la inesistenza di situazioni debitorie nei confronti della F.I.G.C., delle Leghe e di altre Società affiliate comprensive di vertenze da deliberare ovvero l’ammontare di eventuali situazioni debitorie esistenti con deposito di ulteriore fideiussione bancaria con scadenza 31.12.2011, a garanzia dell’assolvimento delle stesse, di importo pari alla quota debitoria certificata.
13. per Società promosse dai Campionati Regionali di Eccellenza deposito di: attestato, sottoscritto dal Presidente del Comitato Regionale di provenienza di inesistenza di pendenze debitorie verso la F.I.G.C., le Leghe, le Società affiliate; nell’ipotesi di esistenza di tali pendenze debitorie, ivi comprese le vertenze da deliberare, deposito della somma a garanzia dell’assolvimento della relativa passività.
L’inosservanza del termine del 13 luglio 2010 ore 12.00, anche con riferimento ad uno soltanto degli adempimenti previsti dai punti 1), 2), 3), 4), 5), 6), 7), 8), 9), 10), 11), 12) e 13) del paragrafo B) di cui innanzi, costituisce illecito disciplinare ed è sanzionata, su deferimento della Procura Federale, dagli organi della giustizia sportiva con la ammenda di euro 1.000,00 per ciascun inadempimento.
2) DOMANDE DI AMMISSIONE AL CAMPIONATO NAZIONALE DI SERIE D 2010/2011 (Società non aventi diritto)
Le domande di ammissione al Campionato Nazionale di Serie D 2010/2011 per le Società non aventi diritto, dovranno essere depositate presso la sede del Comitato Interregionale entro il termine perentorio di venerdì 9 luglio 2010, ore 12.00 corredate della documentazione completa di cui al punto 1) del presente Comunicato Ufficiale, e più precisamente ai nn. 1), 2), 3), 4), 6), 7), 8), e per le Società appartenenti ai Comitato Regionali anche la punto C) con la sola variazione riguardante il n.5) che nella fattispecie consente la possibilità di effettuare una delle seguenti scelte:
a) ….omissis… “somma di € 31.000,00 anche a mezzo assegno circolare non trasferibile, da sostituire obbligatoriamente con apposita fidejussione bancaria in caso di successiva ammissione al Campionato Nazionale di Serie D;
proroga all’11 luglio 2011 della fideiussione giacente (per Società già in organico nella stagione sportiva 2009/2010);
Hanno diritto prioritario a presentare domanda di ammissione al Campionato Nazionale di Serie D le Società perdenti le gare spareggio – promozione fra le seconde classificate nell’Eccellenza regionale, le Società perdenti le gare di play-out e le Società retrocesse senza la disputa dei play out a seguito di un distacco di punti superiore a 8, della stagione sportiva 2009-2010 del Comitato Interregionale.

3) CAMPIONATO NAZIONALE JUNIORES 2010/2011
Alle Società che disputano il Campionato Nazionale di Serie D è fatto obbligo di partecipare con una propria squadra al Campionato Nazionale Juniores.
Al Campionato Nazionale Juniores possono altresì prendere parte – previo parere della Lega di competenza – squadre di Società partecipanti ai Campionati Professionistici di Serie “A”, “B”, 1 Divisione e 2 Divisione che ne facciano richiesta (diritti d’iscrizione forfettaria € 2.000,00 a mezzo assegno circolare non trasferibile più € 2.000,00 deposito cauzionale).
A tal fine le Società di cui sopra dovranno rimettere entro le ore 12 di martedì 13 luglio 2010 la seguente documentazione:
moduli di censimento debitamente compilati e sottoscritti;
dichiarazione di disponibilità di idoneo campo di gioco, rilasciata dall’Ente proprietario, per la disputa di tutte le gare del Campionato Nazionale Juniores 2010/2011. In proposito si precisa che le dimensioni minime dei campi di gioco per il Campionato Nazionale Juniores, sono state fissate in mt. 60/65 x 100/105.
Certificato di omologazione del campo, rilasciato dal Fiduciario campi del competente Comitato Regionale della L.N.D.
La mancata partecipazione al Campionato Nazionale Juniores verrà sanzionata – a titolo amministrativo – con l’ammenda di € 15.000.

Notizie correlate