Le pagelle: difesa allegra, attacco poco cinico

Le pagelle: difesa allegra, attacco poco cinico

Gara incredibilmente sotto tono dell’Avellino a Trapani. Serviva il punto per evitare lo spareggio con la Rossanese, invece, i biancoverdi non sono riusciti a contenere i granata che hanno trovato tanti spazi dalle parti di Apuzzo. Puleo tra i peggiori in campo, insieme al resto del pacchetto difensivo. Apuzzo ha responsabilità sulla prima rete, ma per il resto evita una sorta di goleada soprattutto nel finale. In avanti si salva solo Majella, maluccio i due esterni e poco incisivo Romano. A centrocampo ancora una prestazione mediocre di Viscido, D’Angelo predica nel deserto. Si salva Meola, costretto a mettere più di una toppa durante la partita. Per Tarquini seconda soddisfazione personale in campionato.

LE PAGELLE
APUZZO 5,5 – Ha colpe solo sulla prima rete. Sul tiro di Daì non può nulla come in occasione delle altre reti. E’ meno preciso di altre volte. Si riscatta nel finale su Cutaia e su Di Gaetano.
MEOLA 6 – E’ costretto agli straordinari in più di un’occasione. E’ l’unico a salvarsi della linea difensiva. Poche proiezioni offensive. Deve guardarsi soprattutto le spalle.
PULEO 4,5 – Gara disastrosa. Il capitano è la brutta copia di se stesso. Gli avanti del Trapani fanno quel che vogliono.
PATTI 5 – Non è al massimo per un problema al ginocchio. Stringe i denti, ma è tra i protagonisti in negativo. (Dal 1’ st MOSCARINO 5,5 – Non è proprio agevole il suo ritorno in campo. Non è al top e si vede).
ESPOSITO M. 5,5 – Giornata negativa anche per il giovane esterno.
REGA 5,5 – E’ tra i più attivi. Spreca troppo in fase offensiva, perde il duello con Daì mentre con Alletto il compito è più agevole.
VISCIDO 5 – Prestazione mediocre del mediano cui non basta la solita generosità. (Dal 1’ st FANELLI 5,5 – Tenta di prendere in mano il comando delle operazioni, ma riesce a farsi vedere solo su calcio piazzato).
D’ANGELO 6 – Il solito centrocampista di qualità. Partenza soft, poi suona la carica ma predica spesso nel deserto.
ESPOSITO C. 5,5 – Parte bene, poi cala alla distanza. Non riesce a pungere come dovrebbe.
MAJELLA 6 – Movimenti intelligenti, provoca l’autorete di Filippi. Tra i più attivi.
ROMANO 5,5 – Qualche spunto interessante, ma pochi tiri in porta. (Dal 21’ st TARQUINI 6,5 – Firma un gol d’autore).

L’allenatore Marra 5 – Voto attinente alla sconfitta Approccio psicologico errato. Il suo Avellino è nel complesso irriconoscibile ed è costretto allo spareggio per accedere ai play-off. E’ già un piccolo “miracolo” sportivo, considerando dove era l’Avellino prima e durante la sua gestione.

Notizie correlate