L’Empoli prepara la festa, Palermo, Parma e Frosinone si sfidano a distanza

Potrebbe essere già tempo di primi verdetti per la Serie B ConTe.it con l’Empoli pronto a festeggiare la promozione in A aritmeticamente già in questo 38° turno in caso di vittoria sul Novara. La corsa per il secondo posto è apertissima con Palermo, Parma e Frosinone che si sfidano a distanza rispettivamente a Venezia nel primo dei due anticipi del venerdì, a Vercelli e a Cesena. C’è poi un vero e proprio spareggio per i playoff con il Foggia che cercherà il successo al Tombolato per recuperare terreno sul Cittadella che, di contro, vuole distanziare l’inseguitrice per assicurarsi il post season. Si accende invece la lotta per la salvezza con tante squadre coinvolte: la Virtus Entella va a Bari nel secondo anticipo del venerdi mentre la Ternana Unicusano riceve il Pescara cercando la 4 vittoria in 5 gare per uscire dalla zona retrocessione. Per l’Ascoli c’è il Perugia reduce dal derby perso mentre l’Avellino va a far visita al Carpi. Completano il quadro Salernitana-Brescia e Spezia-Cremonese con l’esordio di Mandorlini sulla panchina grigiorossa.

 

27 aprile ore 19

Venezia-Palermo (Stadio Penzo) –  Il 38° turno di campionato si apre al Penzo con la sfida tra Venezia e Palermo. I rosanero cercano i 3 punti per provare a staccare il Bari ed a tenere a distanza il Frosinone, di contro i lagunari potrebbero, in caso di vittoria, sognare di raggiungere il secondo posto.

Ospiti in gol in laguna da 5 match consecutivi, per un totale di 6 reti. Si tratta della striscia realizzativa più lunga nella storia, per continuità, dei rosanero in casa arancioneroverde. L’ultimo stop risale al 10 aprile 1994, 0-1 siciliano in B, con gol decisivo di “Sasà” Campilongo al 54’ su errore dell’allora portiere rosanero, Mareggini.

Probabili formazioni:

Arbitro: Piccinini.

Diffidati: Frey (Venezia); Nestorovski, Rispoli (Palermo).

Squalificati: Coronado (Palermo).

 

Bari-Virtus Entella (Stadio San Nicola) – La vittoria in rimonta sulla Pro Vercelli ha ridato morale alla truppa di Aglietti chiamata ad una vera impresa in casa del Bari, reduce da 4 pareggi consecutivi.

E proprio a proposito di “segni x”, così si sono conclusi i 3 precedenti, riferiti alle ultime 3 stagioni cadette: due 0-0 e l’1-1 dell’anno scorso con i gol firmati da Brienza e Iacoponi nei primi 10’ di gioco.

Probabili formazioni:

Arbitro: Serra.

Diffidati: Improta, Nenè (Bari); Ceccarelli, Gatto, La Mantia, Troiano (Virtus Entella).

Squalificati:

 

28 aprile ore 15

Ascoli-Perugia (Stadio Del Duca) – Un successo, ed una serie di risultati favorevoli, potrebbero riportare l’Ascoli fuori dalla zona retrocessione dopo tantissimo tempo. Sarà dunque molto dura per il Perugia, desideroso di rifarsi dopo la rimonta subita nel derby contro la Ternana Unicusano, che cerca punti per agguantare il miglior piazzamento possibile in zona playoff sognando magari un secondo posto difficile ma non impossibile vista la classifica.

Sono 18 i confronti nelle Marche fra le due con vantaggio dei bianconeri per 8 successi contro i 5 umbri. Cinque anche i pareggi. Tra le 5 vittorie biancorosse, ben 3 sono state per 1-0, nella C 1961/62, nella B 2004/05 e nella I Divisione Lega Pro 2013/14.

Probabili formazioni:

Arbitro: Pezzuto.

Diffidati: Addae, Bianchi, Mignanelli, Padella (Ascoli); Bandinelli (Perugia).

Squalificati: Buzzegoli (Ascoli).

 

Carpi-Avellino (Stadio Cabassi) – Non sono ancora tramontati i sogni playoff del Carpi ma per continuare a sperare nel postseason gli emiliani dovranno fare bottino pieno contro un Avellino in piena bagarre salvezza e senza vittoria in trasferta dal 21 gennaio scorso.

Sono 4 i precedenti fra le due squadre in terra emiliana, tutti riferiti all’ultimo decennio: ospiti che non hanno mai vinto, pareggiando in 3 occasioni e perdendo 0-2 nell’anno 2014/15 in B, quello della storica promozione dei biancorossi in serie A. Per onore di cronaca la prima delle 4 sfide non fu giocata al Cabassi ma a Reggio Emilia.

Probabili formazioni:

Arbitro: Rapuano.

Diffidati: Mbakogu, Sabbione (Carpi); Falasco, Laverone (Avellino).

Squalificati:

 

Cesena-Frosinone (Orogel Stadium Dino Manuzzi) – Testacoda molto delicato all’Orogel Stadium Dino Manuzzi con il Cesena in piena bagarre salvezza che se la dovrà vedere contro un Frosinone che dopo la sconfitta casalinga contro la capolista Empoli ha dovuto mollare il secondo posto.

Sono 4 i precedenti ufficiali in Romagna tra le due squadre, tutti in B: finora i padroni di casa non hanno mai perduto (bilancio: 3 successi bianconeri ed 1 pareggio), segnando 10 reti nei 360’ presi in esame.

Probabili formazioni:

Arbitro: Di Paolo.

Diffidati: Fedele (Cesena); Ciano, Konè (Frosinone).

Squalificati:

 

Cittadella-Foggia (Stadio Tombolato) –  Spareggio per i playoff al Tombolato con il Cittadella, ottavo in classifica al momento, che riceve il Foggia, nono a 4 punti di distacco.

Nei 3 precedenti ufficiali terra fertile quella veneta per il Foggia: i rossoneri sono imbattuti, con 1 successo e 2 pareggi a proprio favore e pugliesi sempre in gol, per 7 marcature totali. Il 14 aprile 2016, proprio allo stadio veneto, il Foggia – in occasione dell’ultimo precedente finora disputato in casa dei granata – si aggiudicò la coppa Italia di Lega Pro pareggiando 4-4 la finale di ritorno, dopo il 4-1 dell’andata allo Zaccheria.

Probabili formazioni:

Arbitro: Martinelli.

Diffidati: Alfonso, Pasa, Pezzi, Strizzolo (Cittadella); Agazzi, Camporese (Foggia).

Squalificati:

 

Empoli-Novara (Stadio Castellani) – C’è grande attesa ad Empoli per una promozione che potrebbe arrivare già in questo turno in caso di vittoria sul Novara senza dover aspettare i risultati dagli altri campi. I toscani ricevono un Novara in piena lotta per non retrocedere e in astinenza dai 3 punti da 4 gare.

La tradizione al Castellani è favorevole agli azzurri su 5 precedenti ufficiali: 3 le vittorie dei padroni di casa, 1 pareggio ed 1 successo piemontese. Tra le 3 vittorie casalinghe, importante fu il 4-1 del 26 maggio 2013, semifinale di ritorno dei playoff di Lega B, dopo l’1-1 di andata al Piola. L’Empoli, con quel successo, staccò il pass per la finalissima, che poi perse col Livorno, 1-1 all’andata al Castellani e 0-1 nel ritorno al Picchi.

Probabili formazioni:

Arbitro: Illuzzi.

Diffidati: Golubovic, Moscati (Novara).

Squalificati: Pasqual (Empoli); Casarini (Novara).

 

Pro Vercelli-Parma (Stadio Piola) – Al Piola la Pro Vercelli va a caccia di una vittoria fondamentale per non abbandonare la speranza di restare in B ma il match in programma in questo turno è tutt’altro che semplice visto che l’avversario è quel Parma in piena corsa per la promozione diretta.

Gara che torna in scena in Piemonte dopo 45 anni: nella serie C, in data 24 gennaio 1973, recupero della gara rinviata per maltempo 17 giorni prima, fu vittoria esterna dei ducali per 1-0, con gol determinante di Sega.

Probabili formazioni:

Arbitro: Sacchi.

Diffidati: Bergamelli, Germano, Ghiglione, Raicevic (Pro Vercelli); Calaiò, Frattali, Gagliolo, Gazzola, Iacoponi, Insigne, Lucarelli, Scozzarella (Parma).

Squalificati:

 

Salernitana-Brescia (Stadio Arechi) – Va a caccia di una vittoria che manca dal 25 marzo la Salernitana che riceve all’Arechi un Brescia in serie positiva da 6 turni.

Nei 18 precedenti a Salerno tra i granata e i lombardi davvero lontano l’ultimo pareggio: 2-2 in B in data 27 maggio 1956 con reti di Foglia ed Amicarelli per i granata, Rebizzi ed autogol di Galletti per gli ospiti. A parte questo, 9 vittorie dei padroni di casa e 7 degli ospiti con 2 pareggi a completare il bilancio. Padroni di casa in gol 30 volte mentre gli ospiti hanno trovato la via della rete 10 volte in meno.

Probabili formazioni:

Arbitro: Pillitteri.

Diffidati: Kiyine, Pucino (Salernitana); Bisoli, Caracciolo, Martinelli, Meccariello (Brescia).

Squalificati: Minala, Tuia (Salernitana).

 

Spezia-Cremonese (Stadio Picco) – Esordio sulla panchina della Cremonese per Mandorlini che se la dovrà vedere contro uno Spezia che non ha ancora definitivamente mollato il sogno playoff.

Pur essendo in vantaggio nel bilancio dei 19 precedenti al Picco (9 vittorie a 5 con anche 5 pareggi), i padroni di casa non battono tra le mura amiche i lombardi oramai dal 22 aprile 1979, 1-0 in serie C-1. Allenatori erano Bumbaca per i liguri e Fortini per i grigiorossi. Nei 4 confronti successivi un pareggio per 0-0 nell’ultima gara giocata (I Divisione Lega Pro 2011/12) e 3 successi cremonesi.

Probabili formazioni:

Arbitro: Ros.

Diffidati: Bolzoni, Granoche, Lopez (Spezia); Canini (Cremonese).

Squalificati: De Col (Spezia).

 

Ternana Unicusano-Pescara (Stadio Liberati) – Le 3 vittorie nelle ultime 4 gare disputate hanno riportato la speranza della salvezza in casa umbra e De Canio vuole continuare su questa strada anche contro il Pescara, che nello scorso turno ha trovato il primo successo dell’era Pillon.

La compagine abruzzese ha vinto a Terni due sole volte in 21 precedenti ufficiali. I successi biancazzurri sono arrivati entrambi in serie C, 3-1 nel 1949/50 e 2-1 nel 1982/83. Dal giorno dell’ultimo successo pescarese al Liberati – 3 ottobre 1982  (allenatori Viciani per i rossoverdi e Tom Rosati per i biancazzurri) – si sono giocati ulteriori 12 incontri a Terni, con score di 7 affermazioni umbre e 5 pareggi.

Probabili formazioni:

Arbitro: Nasca.

Diffidati: Montalto, Tremolada, Valjent, Vitiello (Ternana Unicusano); Balzano, Bovo, Brugman, Machin (Pescara).

Squalificati: Coda (Pescara).

Nella foto La Presse Aurelio Andreazzoli.

Fonte precedenti: Football Data.

Notizie correlate