Marinelli-Preziosi, complimenti a De Cesare e critiche a Ciampi: “Noi, economicamente più forti”

Complimenti di rito al “vincitore della corsa”, con un paio di affondi riservati al Sindaco Vincenzo Ciampi. Carmine Marinelli ed Enrico Preziosi – favoriti prima del blitz di Gianandrea De Cesare – hanno augurato “le migliori sorti sportive alla costituenda società ed alla tifoseria tutta”, riservando delle stoccate al primo cittadino e al gradimento riservato alla proposta del proprietario della Sidigas, arrivato in Comune con 31 assegni circolari per 4 milioni di euro. 

A dire del Sindaco il gradimento alla proposta dell’ing. De Cesare è stato determinato dal deposito di assegni circolari per l’importo complessivo di 4 milioni di euro, che lo avrebbe contraddistinto in termini di solidità finanziaria rispetto agli altri partecipanti – si legge nella nota di Marinelli e Preziosi – . Però, nella procedura esplorativa indetta, non erano previste né richieste prestazioni di garanzie, ma la semplice dichiarazione di impegno”.

Poi spazio a numeri e auto-celebrazioni: “Senza volere in alcun modo entrare nel merito del possesso dei requisiti di solvibilità e solidità finanziaria altrui, ci preme sottolineare che il gruppo rappresentato da Preziosi e quello rappresentato da Marinelli posseggono abbondantemente tali requisiti. In particolare, il solo gruppo Preziosi con un fatturato complessivo di 993 milioni di euro, rappresenta la seconda miglior azienda in Europa nel suo settore e la 4° al mondo dopo Lego e Mattel. Inoltre, il gruppo Preziosi si colloca tra i primi 10 nella classifica dei volumi d’affari delle società di calcio di serie A. Quanto al Gruppo Marinelli, con un patrimonio netto di circa 100 milioni di euro, lo stesso si pone come opinion leader in Italia nel settore dell’edilizia e del turismo, mentre il solo patrimonio netto della Marinelli Holding Srl (partecipante alla cordata) è di circa 4 volte superiore a quello della società che ha ricevuto il gradimento del primo cittadino.

Vittoria morale sul lato economico e qualità indiscusse sul lato sportivo: “Sotto tale profilo, pur essendo superflua ogni considerazione ed a rischio di apparire autoreferenziali, deve osservarsi che Enrico Preziosi dal luglio del 2003 è presidente della squadra di calcio del Genoa, dal 2007 in Serie A – continua il comunicato stampa -. Sotto la guida di Preziosi, la squadra ha ottenuto sempre brillanti risultati sportivi, qualificandosi nel 2009 a partecipare alla Europa League ed ottenendo il 6° posto in classifica nella stagione 2014/2015 ed è attualmente considerato uno dei maggiori talent scout di tutto il panorama calcistico italiano (fonte sky news)”.

In conclusione: “Rispetto alla finalità di rifondare il calcio ad Avellino (106 anni di storia e 10 anni di Serie A), il connubio Marinelli/Preziosi, oltre a possedere una monolitica e granitica solidità economica e finanziaria, avrebbe rappresentato – senza alcuna ombra di dubbio – una eccellente proposta tecnico sportiva coerente con le finalità e le necessità dichiarate nella manifestazione d’interessi, ovverosia il rilancio del calcio ad Avellino!”

Notizie correlate