Marra: a Trapani carichi e arrabbiati

Marra: a Trapani carichi e arrabbiati

Il tecnico dell’Avellino presenta la partita di mercoledì, la semifinale play-off di Trapani: “Non ci resta che vincere, come accaduto contro la Rossanese. Se vogliamo andare avanti non possiamo accontentarci ma fare il massimo per ottenere i tre punti – ha detto il tecnico -. Ritroviamo la squadra che ci ha battuto otto giorni fa e questo può essere un vantaggio tanto per noi quanto per loro, perché ci conosciamo bene, sappiamo entrambi come gioca l’avversario. Noi, in più, abbiamo che siamo arrabbiati, perché ci hanno sconfitto due volte e costretto pure allo spareggio che ci porta a ritornare da loro. Pazienza. Appunto, pazienza: è quella che ci vorrà per questa partita dove dobbiamo stare attenti a non farli giocare troppo, perché loro sono bravi. E noi proveremo a sfruttare gli spazi che lasceranno per imporre il nostro gioco. Mi aspetto una prova importante da chi è abituato a giocare partite del genere, mi riferisco agli over”.
Contro la Rossanese i più esperti non hanno deluso, così come Fanelli che ha trovato spazio nel finale rivelandosi decisivo nell’azione del gol.
“Fanelli è un ottimo ragazzo, sa sacrificarsi e mettersi a disposizione della squadra. Non gioca spesso perché è penalizzato dal regolamento ma è un giocatore serio che sa farsi sempre trovare pronto”. Sulle assenze: “Sono abituato, ho una rosa ampia, non me ne faccio un problema. Ne ho tanti e pure arrabbiati”.

Notizie correlate