Messina, rivoluzione al via con quali obiettivi?

Messina, rivoluzione al via con quali obiettivi?

Si profila un’autentica rivoluzione in casa ACR Messina. Con il trascorrere dei giorni sembra infatti destinato ad aumentare il numero di atleti che lasceranno la città dello Stretto a fronte di quelli che verranno riconfermati. Il direttore sportivo Daniele Muscariello ha annunciato che l’attaccante Di Napoli, il portiere D’Urso ed il difensore Calabrò hanno già raggiunto l’accordo con la società in vista del prossimo torneo. A loro dovrebbero aggiungersi il difensore Romeo ed il centrocampista Dall’Oglio. Mentre il portiere Costantino, reduce dal campionato di Promozione vinto con il Giarre, tornerà alla base dopo la cessione in prestito dei mesi scorsi. Sembra essersi complicata invece la trattativa per la conferma del centrocampista Roberto Piccolo, uno degli elementi che si è messo maggiormente in luce nel corso dell’ultimo torneo. L’ex calciatore del Rondinelle, formazione laziale che milita nel torneo di D, non avrebbe ancora raggiunto un accordo in merito agli stipendi arretrati. Ha ottenuto lo status di svincolato il portiere Gaetano Farò, prelevato nell’inverno scorso dall’Adrano. L’under, al pari dell’attaccante Tavilla, ha in mano il modello “108” grazie al quale è libero di cambiare società. L’estremo difensore potrà quindi valutare varie offerte e soltanto in caso di fumata nera intavolerà una trattativa con l’ACR, che vorrebbe trattenerlo, in modo da completare con largo anticipo il reparto.
Sonderà il mercato professionistico il jolly Alessandro Sabatino, che in stagione ha ricoperto differenti ruoli in difesa ed a centrocampo, colmando le lacune originate da un organico non assemblato al meglio nel corso dell’ultima movimentata estate. L’ex calciatore del Potenza, che due stagioni fa collezionò ben 26 presenze realizzando due reti in un torneo competitivo come quello di Prima Divisione, dovrebbe quindi aggiungersi ad una lunga lista che comprende i nomi dei vari Sarli, Alizzi, Giardina, Olivieri e Tavilla, tutti destinati a cambiare aria. Mentre elementi promettenti come Altobello, Mangiarotti e Petagine hanno la possibilità di accasarsi entro il prossimo 31 luglio tra i professionisti, essendosi in precedenza svincolati da formazioni che l’anno prossimo militeranno in Lega Pro.

Notizie correlate