Milazzo, patron Cannistrà ufficializza addio

Milazzo, patron Cannistrà ufficializza addio

Pubblichiamo integralmente la lettera aperta redatta dal massimo dirigente del Milazzo:
“Carissimi cittadini di Milazzo e carissimi tifosi del Milazzo, nonostante ancora riecheggino nella mia mente le urla festanti di gioia dopo il nostro successo di Mazara è giunto il momento di volgere lo sguardo al futuro.
Conoscete tutti la mia posizione. Purtroppo, causa la totale incompatibilità con la mia attività imprenditoriale, non posso più proseguire in questa affascinante avventura (con nessun tipo di iniziativa diretta o indiretta, pena la revoca delle licenze delle mie aziende da parte dei Monopoli di Stato) che ci ha portato dai polverosi campi di provincia a raggiungere, dopo una lunga serie di successi, l’agognato salto in serie C, concludendo l’impegno da me assunto al momento del mio insediamento al vertice della società. Non potrò mai dimenticare la partecipazione emotiva di una intera città il 16 maggio, nel giorno dell'”esodo rossoblù” a Mazara.
Adesso, però, è veramente giunto il momento di guardare al futuro. Nei prossimi giorni sarà costituita la nuova società di capitali (srl) che, una volta omologata, potrà acquisire il titolo della vecchia associazione, dando vita alla Ss Milazzo srl.
Entro il 6 giugno questa prima fase si dovrà concludere positivamente. Da quel momento in poi ci saranno 5/6 giorni di tempo a disposizione della nuova società per far richiesta di fideiussione (200.000 euro) presso un istituto di credito che entro diciotto giorni potrà rilasciarla.
Il 28 giugno, infine, va effettuato il versamento di 18.000 euro per l’iscrizione al campionato. Questo lo start up che il gruppo subentrante deve affrontare.
Attorno al “nuovo Milazzo” si deve stringere tutta la città: dalle forze politiche ai gruppi imprenditoriali grandi e piccoli, ai singoli operatori, ai gruppi economici organizzati, ai media…
Insomma una città in tutte le sue componenti. Insieme, possono non far tramontare il sogno di una vita di tanta gente. Io esco di scena, lo faccio in punta di piedi, conscio di aver fatto in pieno la mia parte, con la serenità e la certezza di aver, insieme a voi tutti, compiuto una grande impresa.
A tal proposito ho incaricato l’avvocato Francesco Ruvolo, con studio legale in via Giacomo Medici 15 a Milazzo, quale referente per tutti gli imprenditori che, da oggi, vorranno rilevare il Milazzo.
Ora il futuro… Il progetto Milazzo DEVE andare avanti. Insieme, tutti Voi, potrete far proseguire il grande sogno… ed io, in tribuna da tifoso, sarò presente ad urlare “FORZA MILAZZO”. Con grande affetto”.
Pietro Cannistrà

Notizie correlate