Il Palermo fa visita al Parma, Di Carlo sfida Longo

Serie B ConTe.it di nuovo in campo dopo il turno infrasettimanale che ha visto il Palermo accorciare su Empoli e Frosinone. I siciliani vanno al Tardini per affrontare il Parma in uno dei big match di giornata, i toscani in campo lunedì sera allo Zaccheria contro il Foggia mentre i laziali ricevono allo Stirpe il Novara. Si preannuncia scoppiettante la sfida del Tombolato tra Cittadella e Pescara mentre in coda De Canio cerca i primi punti da allenatore della Ternana Unicusano in casa contro la Cremonese. La Pro Vercelli ospita il Perugia che strizza l’occhio alla zona playoff. Anche l’Ascoli di Cosmi cerca un successo per continuare a sperare nella salvezza contro una Salernitana finita alle soglie del quint’ultimo posto. A chiudere il quadro del sabato c’è Cesena-Spezia. Domenica 2 posticipi: alle 15 Avellino-Bari mentre alle 17.30 Carpi-Venezia. Rinviata Brescia-Virtus Entella.
3 marzo ore 15
Ascoli-Salernitana (Stadio Del Duca) – Sfida salvezza al Del Duca con la Salernitana scivolata ai margini della zona playout dopo un periodo non proprio felice. L’Ascoli punta ad approfittare di questa fase di appannamento dei campani dopo aver cullato per 45 minuti l’idea del colpo al Barbera contro il Palermo. È il pareggio il segno dominante della sfida tra le due nelle Marche, uscito 8 volte in 15 precedenti, con 5 successi bianconeri e 2 granata a completare i conti. Nelle ultime 3 sfide al Del Duca è sempre stato pareggio, 1-1 nella I Divisione Lega Pro 2013/14, 2-2 nella B 2015/16 e 0-0 l’anno scorso, sempre in B. Per rivedere una squadra vittoriosa sull’altra ad Ascoli Piceno si risale al 6 marzo 2010 (4-2 marchigiano in B) mentre l’ultimo successo campano è datato 16 maggio 2009 (2-0, sempre in B).
 
Cittadella-Pescara (Stadio Tombolato) – Preannuncia spettacolo il match del Tombolato con il Cittadella che vuole confermare quanto di buono fatto vedere in questo girone di ritorno e desideroso di tornare alla vittoria anche tra le mura amiche. Di contro ci sarà un Pescara che, paradossalmente per una squadra di Zeman, ha segnato solo 2 gol nel girone di ritorno. Bilancio in totale parità nei 5 precedenti in Veneto tra le due: 2 successi per parte, 1 pareggio ed 8 gol segnati sia dai granata di casa che dai biancazzurri ospiti. Ma la caratteristica è data dal fatto che gli abruzzesi hanno sempre fatto gol al Tombolato, a differenza dei padroni di casa che sono andati in bianco nel 2013/14, quando furono sconfitti 0-1.

Frosinone-Novara (Stadio Stirpe) – La rimonta di Cremona ha evitato il secondo stop consecutivo al Frosinone che in questo turno riceve un Novara reduce da 2 k.o. di fila con l’obiettivo di tornare a vincere per respingere gli attacchi delle inseguitrici. Sono appena 3 i precedenti in terra ciociara fra le due ma mai i padroni di casa hanno sconfitto i piemontesi. In bilancio 2 pareggi ed 1 successo novarese, 3-2 l’anno scorso in B. Le gare sono sempre state ricche di gol, visto che – nei 270’ presi in esame – hanno segnato sia i padroni di casa (5 gol totali), sia gli ospiti (6 reti).

Parma-Palermo (Stadio Tardini) – Uno dei big match di giornata va in scena al Tardini con il Parma che riceve un Palermo in ripresa dopo il successo contro l’Ascoli. Quello emiliano è uno stadio ostico per i siciliani: l’ultima vittoria rosanero a Parma, infatti, risale al 27 settembre 1964, 1-0 in Serie B con rete decisiva di “Tanino” Troja. Da allora i siciliani hanno giocato al Tardini 15 volte, pareggiando in 6 occasioni e perdendo nelle altre 9.

Pro Vercelli-Perugia (Stadio Piola) – Continua a cercare punti salvezza la Pro Vercelli, imbattuta dal ritorno di Grassadonia, contro un Perugia che vede la zona playoff distante solo 2 punti. I piemontesi cercano la prima vittoria – ed anche i primi gol – nelle sfide interne contro gli umbri. Nei 3 precedenti, tutti in B, nelle ultime tre annate, si sono registrati un pareggio per 0-0 (2014/15) e 2 successi biancorossi per 1-0 (2015/16 e 2016/17).

Spezia-Cesena (Stadio Picco) – Va a caccia del quinto risultato utile consecutivo lo Spezia di Gallo che ospita al Picco il Cesena quart’ultimo e senza successo in campionato da un mese. La formazione ospite ha vinto 2 volte su 14 confronti in Liguria, mai in Serie B, dove – su 6 incroci – i bianconeri romagnoli hanno pareggiato 2 volte (sempre per 1-1, nel 2006/07 e 2015/16) e perso le altre 4 partite successive (triplo 0-1 nel 2007/08, 2012/13 e 2016/17, e 1-2 nel 2013/14). I due successi del Cesena – entrambi per 1-0 – si riferiscono alla Serie C 1961/62 ed alla Coppa Italia 2005/06, in quest’ultimo caso dopo tempi supplementari.

Ternana Unicusano-Cremonese (Stadio Liberati) – Cerca i primi punti da allenatore della Ternana Unicusano Gigi De Canio che riceve una Cremonese che non vince dal 20 gennaio scorso e desiderosa di cancellare la rimonta subita dal Frosinone nel turno infrasettimanale. Il bilancio è a sfavore dei rossoverdi nei 5 precedenti al Liberati, con un solo successo umbro (1-0 in B, 18 aprile 1999, rete decisiva di Borgobello) contro i 2 grigiorossi e i 2 pareggi che completano il bilancio. La formazione di casa ha sempre segnato almeno un gol a partita contro i lombardi.

Domenica 4 marzo ore 15
Avellino-Bari (Stadio Partenio-Lombardi) – Gara difficile per il Bari di Grosso, alla ricerca del quarto successo consecutivo, contro un Avellino che anche ad Empoli ha dimostrato di avere grande carattere bloccando la capolista in pieno recupero. Tradizione negativa per pugliesi in Campania: i galletti hanno vinto due sole volte in 16 match ufficiali, ultima delle quali 2-1 con doppietta di Spinesi nel giro di un minuto (79’ e 80’ su rigore) dopo provvisorio vantaggio biancoverde con Kutuzov (73’): era il 23 novembre 2003, in Serie B.

Carpi-Venezia (Stadio Cabassi) – Sfida playoff al Cabassi dove il Carpi riceve un Venezia che è in serie positiva da 6 gare. Sono 4 i precedenti ufficiali in Emilia, con 2 successi dei biancorossi, 1 per i lagunari ed 1 pareggio a completare il bilancio. Le 3 vittorie succitate sono state tutte quante per 1-0. La vittoria lagunare è stata il 17 agosto 1997, 1-0 in Coppa Italia, con Walter Novellino che allenava gli arancioneroverdi.

Lunedi 5 ore 20.30
Foggia-Empoli (Stadio Zaccheria) – La giornata si chiude allo Zaccheria dove la capolista Empoli va a far visita ad una delle squadre più in forma del torneo, quel Foggia che ha vinto 5 delle ultime 6 gare disputate. Nei 2 precedenti ufficiali in Puglia, formazione ospite mai vittoriosa e mai in gol. In bilancio un successo rossonero (2-0 in Serie C-1 in data 11 maggio 1980) ed un pareggio per 0-0 in B, l’11 maggio 1997 (con Spalletti che allenava gli azzurri toscani e che avrebbe condotto in Serie A al termine di quel campionato). In pratica i 2 precedenti si sono giocati – a distanza di 17 anni – lo stesso giorno e mese.

Notizie correlate