Serie B, Balata: “La tragedia di Astori ci impone una riflessione”

La tragedia che ha colpito Davide Astori, il Var e le riforme del campionato al centro dell’intervista al presidente della Lega B Mauro Balata, intervenuto oggi nella trasmissione di Radio Rai, ‘La Politica nel pallone’, condotta da Emilio Mancuso. ‘Quando sono stato informato della tragedia – racconta Balata alla domanda sulla decisione di ieri di fermare il campionato di B – sono rimasto particolarmente scosso e in cuor mio avevo già pensato che sarebbe stato giusto sospendere per rispetto di un giocatore, di un papà, di un marito, di un figlio e del suo club, la Fiorentina… Mi sono subito messo in contatto con i club che ieri disputavano i posticipi e con il Commissario della Figc Fabbricini, ho poi sentito anche il presidente Malagò, anche lui provato e addolorato. Abbiamo quindi deciso come Lega di rinviare le nostre partite”.
Che fare? Come migliorare il livello di sicurezza degli atleti? La Lega B fra l’altro ha una Commissione medico scientifica, presieduta da Francesco Braconaro, nata per analizzare il contesto sanitario delle 22 società associate e che si è data quale obiettivo lo sviluppo qualitativo, l’approfondimento e sviluppo di tematiche e criticità: ‘Ovviamente si deve andare sempre più nella direzione di un costante monitoraggio della salute dell’atleta – sostiene Balata – ma si impone anche una riflessione sull’impegno dei giocatori che diventa sempre più pressante dal punto di vista fisico. Sul nostro livello medico in Italia abbiamo un profilo di eccellenza e si sta facendo il massimo possibile’.
Il Var. Tema attuale dopo il via libera dell’International board, che andrà ratificato dal Consiglio della Fifa a metà marzo, per l’introduzione ai prossimi mondiali. ‘Cosa faremo in B? – continua Balata – Stiamo facendo approfondimenti su aspetti di sostenibilità economica, in particolare stiamo raccogliendo dati in relazione all’eventuale adeguamento dei nostri impianti che molte volte andrebbero adattati a questa tecnologia. Io sono fortemente convinto che vada impiegato anche nel nostro campionato che è un campionato importante’. A questo proposito Balata lancia un appello: ‘Aiuta gli arbitri, è uno strumento di trasparenza e un dissuasivo per i comportamenti antisportivi: io lo voglio e ce la sto mettendo tutta, ma abbiamo bisogno dell’appoggio di Aia e Federazione, ne ho già parlato con il commissario della federazione Fabbricini’.
L’ultima domanda è sul campionato e sulle possibili novità per la prossima stagione: ‘Anche su questo ci sono approfondimenti in corso, certamente vogliamo rendere più appetibile anche per i tifosi il nostro campionato. Già quest’anno abbiamo avuto un grande riscontro di pubblico, oltre a risultati imprevedibili e molto equilibrio; ora vogliamo certamente migliorare laddove è possibile’.