Serie B, un sabato da dimenticare

Serie B, un sabato da dimenticare
Un sabato da dimenticare. In tutti i sensi, sotto i punti di vista. Prima di tutto la retrocessione matematica dell’Avellino in serie B. Altro verdetto ufficiale dopo quello del Treviso. Quasi salva invece la Salernitana alla quale manca un punto per l’aritmetica. La classifica dice che l’Ancona sce…

Serie B, un sabato da dimenticare

Un sabato da dimenticare. In tutti i sensi, sotto i punti di vista. Prima di tutto la retrocessione matematica dell’Avellino in serie B. Altro verdetto ufficiale dopo quello del Treviso. Quasi salva invece la Salernitana alla quale manca un punto per l’aritmetica. La classifica dice che l’Ancona scenderebbe in Lega Pro e che Cittadella e Modena si sfiderebbero ai play out. Ma mancano ancora 90 minuti alla fine. In alto, oltre a Bari e Parma promosse, ci sono Livorno, Brescia, Empoli e Grosseto. Ancora qualche possibilità per Sassuolo, Albinoleffe e Triestina. Leo Acori intanto non è più l’allenatore del Livorno, al suo posto Gennarino Ruotolo. Infine sul fronte tifosi: è morto il supporter del Vicenza di venti anni, precipitato a Parma da una gradinata di venti metri durante la partita. Maledetto sabato.

Notizie correlate