Ufficio stampa, silenzi e misteri

Ufficio stampa, silenzi e misteri
Una settimana è passata. L’ultima dell’ultimo campionato ( si spera per il momento) di serie B. La squadra si è allenata per la gara con l’Empoli che abbasserà, ancora una volta, il sipario su una stagione da archiviare. Ma che l’Avellino stia lavorando al Partenio, nessuno se ne è accorto. Da giorn…

Ufficio stampa, silenzi e misteri

Una settimana è passata. L’ultima dell’ultimo campionato ( si spera per il momento) di serie B. La squadra si è allenata per la gara con l’Empoli che abbasserà, ancora una volta, il sipario su una stagione da archiviare. Ma che l’Avellino stia lavorando al Partenio, nessuno se ne è accorto. Da giorni infatti oltre a segnalare gli orari degli allenamenti, l’ufficio stampa dimentica puntualmente di aggiornare le news dedicate alle sedute di lavoro, il classico borsino degli infortunati e degli assenti per motivi speciali. Che Vladimir Koman per esempio sia tornato a casa per motivi familiari, nessuno lo sapeva. Il fatto di essere retrocessi non vuol dire perdere di colpo le abitudini, più o meno buone, che si avevano. Ma di fronte all’Us Avellino non bisogna certo meravigliarsi di nulla.

Notizie correlate