Us Avellino, il tempo del silenzio e dell’attesa

Us Avellino, il tempo del silenzio e dell’attesa
AVELLINO – Un tempo surreale, fatto di silenzio e di attesa, di paure e di assoluta incertezza. Giugno 2009 sarà ricordato nella storia dell’Us Avellino come un mese quasi surreale: la società rischia di scomparire e nessuno interviene, nessuno alza la voce, nessuno si preoccupa. Forse perchè, anche…

Us Avellino, il tempo del silenzio e dell’attesa

AVELLINO – Un tempo surreale, fatto di silenzio e di attesa, di paure e di assoluta incertezza. Giugno 2009 sarà ricordato nella storia dell’Us Avellino come un mese quasi surreale: la società rischia di scomparire e nessuno interviene, nessuno alza la voce, nessuno si preoccupa. Forse perchè, anche questa volta, in molti pensano che le minacce di Pugliese siano il solito colpo di teatro e che alla fine iscriva la squadra al campionato. Puo’ essere, ma puo’ anche essere il contrario, ovvero che questa volta il patron faccia sul serio. E questo vorrebbe dire scomparire, perdere quei pochi giocatori di proprietà che si hanno e ricominciare dalla serie D. Anni di storia cancellati di un colpo sotto gli occhi rassegnati di tifosi, autorità ed imprenditori.

Notizie correlate