Verifica contabile Avellino Calcio, Taccone: “A metà aprile tireremo le somme”

Un lungo incontro quello di ieri mattina, negli studi della “Futura Diagnostica” di Corso Vittorio Emanuele, tra il presidente dell’Avellino Calcio Walter Taccone ed il commercialista dell’Italpol Vigilanza Mario Adorno.

Sulla questione economico-finanziaria del sodalizio biancoverde pare non ci siano problemi ma Giulio ed Alex Gravina vorrebbero vederci chiaro su due punti fondamentali: il primo riguarda la permamenza dell’Avellino nella serie cadetta; il secondo il processo “Money Gate”.

Una eventuale retrocessione della squadra biancoverde in Lega Pro farebbe perdere il contributo della Lega di B alla società, indispensabile per un gruppo che intende investire nel calcio.

Il processo invece che vede imputato l’Avellino, già assolto in primo grado per la tentata combine del match tra Avellino e Catanzarto del 5 maggio 2013, passerà all’udienza di secondo grado il prossimo 11 aprile e, di lì a poco, ci sarà anche la sentenza definitiva.

Come anticipato ieri, dunque, dopo questa data si saprà qualcosa di più sulla trattativa.

A margine della riunione tenutasi ieri, alla quale era presente il braccio destro dei fratelli Gravina, si è espresso il presidente Walter Taccone: “Sta filando tutto liscio. La trattativa procede anche se complessa perchè non parliamo di un’operazione di pochi spiccioli.

Il nostro obiettivo è quello di arrivare al passaggio di quote già a partire dalla metà di aprile, quando, si spera, avremo chiarito una volta per tutte la questione relativa al processo Money Gate. Intanto, conquistare punti preziosi sul campo e salvarci quanto prima, resta l’obiettivo primario”.