“Caso Young”, tesseramento irregolare o incompleto? Sidigas, a rischio le Final Eight

Tesseramento irregolare? No, al massimo incompleto. Così la dirigenza della Sidigas Avellino ha commentato le accuse mosse da quattro club di Lega A e dalla Comtec per l’ingaggio di Patric Young, il centro statunitense chiamato a sostituire l’infortunato Costello, ma possibile “responsabile” di una penalizzazione in classifica che potrebbe mettere a rischio la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia e acuire la crisi economica del club biancoverde, alle prese con le difficoltà del Gruppo Sidigas.

La Procura Federale vuole vederci chiaro. La Scandone, secondo l’accusa, non avrebbe potuto ingaggiare Young senza aver prima messo a posto la situazione relativa al pagamento degli stipendi ai propri tesserati. Da qui, secondo il sito Sportando, la richiesta di Bologna, Sassari, Trento e Brescia di fare luce sulla vicenda.

La sentenza della Procura Federale dovrebbe arrivare non prima della metà del mese di gennaio. In caso di penalizzazione in classifica, la Sidigas rischierebbe di vedere sfumare la qualificazione alle Final Eight, che sul campo ha conquistato grazie alle importanti vittorie ottenute, a organico ridotto, contro Sassari e Torino.