Rissa in un locale a Carpi: l’ex Suagher nel mirino dei suoi tifosi

Tempi difficili per Emanuele Suagher.

L’ex difensore dell’Avellino, attualmente in forza al Carpi, fanalino di coda del campionato di Serie B, secondo indiscrezioni provenienti dalla città emiliana, sembrerebbe essere uno dei tre tesserati della società biancorossa responsabili dell’aggressione a un barista del “Kahlua”, locale situato nel centro storico di Carpi.

La “Gazzetta di Modena” ha ricostruito l’intera vicenda, seguendo le testimonianze dei presenti.

Pare che i tre abbiano importunato una delle cameriere del locale, destinataria di avances talmente insistenti da costringerla a reagire e a innescare un acceso diverbio. Da qui l’intervento del barista, colpito a un occhio probabilmente da un pugno rifilatogli da uno dei tre calciatori del Carpi.

Ovviamente la notizia ha fatto il giro della città, come riferisce il sito Parlando di Sport (leggi qui)

Gli “Irriducibili”, frangia del tifo carpigiano, hanno già individuato il loro colpevole. Suagher è stato invitato a lasciare immediatamente la città, con uno striscione esposto nella notte nei pressi dello stadio Cabassi.

La società, subito dopo l’accaduto, aveva dichiarato di avere multato i tre calciatori con la massima sanzione economica prevista dal regolamento (decurtazione dello stipendio).

Foto copertina: fonte Parlando di Sport.