Scandone, altro flop in Champions League: vince il Le Mans (68-81)

Niente da fare per la Sidigas Scandone Avellino nella Basket Champions League. I biancoverdi escono sconfitti dal match casalingo contro Le Mans 68-81. Primi due quarti equilibrati dove gli irpini sono stati avanti comandando il ritmo della partita, ma nel terzo quarto i francesi hanno fatto il break che ha spaccato la gara. Buone le prove dei nuovi innesti Silins (15 punti con 5/7 da tre), ed Harper (8 punti e 6 rimbalzi).

Primo quarto (23-16): Alla palla a due questi gli starting five delle due formazioni: per Avellino, Sykes, D’Ercole, Filloy, Green e Young; per Le Mans, Thompson, Eito, Bigote, Clark e Yeguete. Ritmi lenti in avvio di partita, con le squadre che segnano poco: la sblocca Sykes col tiro da due, mentre Le Mans trova i primi punti grazie a Thompson e al gioco da tre punti di Clark. Yeguete rincara la dose con l’arresto e tiro, ma la Sidigas piazza quattro punti di fila grazie a due contropiedi di Green, che la portano sul 6-7 a metà quarto. Break di 2-4 per i francesi con Bigote e Yeguete intervallati dalla schiacciata di Youung, ma è capitan D’Ercole con la bomba a riportare il match in parità sull’11-11. Coach Vucinic dà spazio ai due nuovi innesti, Silins e Harper, che firmano il parziale di 8-0 grazie al tiro di Harper e le due triple di Silins (19-11 all’8u00b0). La Sidigas sembra ritrovare i consueti ritmi in fase offensiva portandosi sul +10 con la schiacciata di Ndiaye (23-13), ma il primo periodo si chiude con la tripla di Eito che vale il -3 a Le Mans (23-16).

Secondo quarto (38-35): Parziale di 7-0 in favore dei transalpini che porta il match sul 23 pari a 7:20 dall’intervallo lungo: coach Vucinic chiama immediatamente time-out. Ancora Yeguete a sparare da tre, ma replica velocemente Sykes allo stesso modo ed è ancora parità. Break di 7-2 in favore degli irpini grazie ai 4 punti consecutivi di Sykes e al canestro di Filloy: al 6u00b0 minuto il punteggio è di 32-28. Si alzano i ritmi in fase offensiva per entrambe le squadre, che sbagliano poco o nulla: a 2:30 dall’intervallo lungo Le Mans si porta ad un solo punto di svantaggio dalla Sidigas (34-33), ma Young toglie subito le castagne dal fuoco con il gioco da tre punti. Negli ultimi 60” si segna solo dalla lunetta, con il secondo quarto che termina sul 38-35 per i padroni di casa.

Terzo quarto (48-62):  Gli ospiti piazzano il break di 4-0 con Clark e Thompson. Filloy realizza da dentro l’area ma la tripla di Yeguete porta avanti i francesi (40-42). Clark fa 2/2, risponde alla stessa maniera Sykes ma un canestro di Thompson costringe Vucinic al time-out (42-46). Dopo un canestro di Filloy, Avellino blocca il suo attacco e Le Mans ne approfitta: prima Clark in penetrazione poi Bigote e Eito piazzano il break (44-57). Harper concretizza un gioco da tre punti, Green fa 1/2 dalla linea della carità, ma la tripla di Cornelie spinge i francesi a +14.

Quarto quarto (68-81): Avellino prova subito a rientrare con i liberi di Green e le triple di Silins. Le Mans non sbaglia in attacco e va a canestro con facilità con Thompson, Yaguete e Hendrix. Silins però è chirurgico da oltre l’arco e la Sidigas si riporta a -8 (61-69). Parziale di 7-0 degli ospiti  costruito dalla coppia Yaguete-Thompson che riporta a distanza di sicurezza Le Mans. Green segna 4 punti di fila e la Sidigas ritorna a -10 (65-75). Harper segna da tre ma Le Mans non si scompone e porta a casa la vittoria. Le Mans batte Avellino 68-81.